SICUREZZA: CONTROLLI A TUTTO CAMPO. 2 ARRESTI ED ALTRO.

Bomba contro la facciata della chiesa di Santa Maria di Selci a San Giustino

carabinieri-di-notte(UJ.com3.0) perugia – I militari della Stazione di Perugia Fortebraccio e di Castel del Piano, unitamente a quelli dell’Aliquota Operativa del N.O.R. della Compagnia Carabinieri di Perugia, nel corso di mirati servizi di controllo del territorio, intensificatisi negli ultimi giorni nelle zone della città considerate più a rischio, integrati dall’opera di rinforzo svolta dal personale qualificato della Compagnia d’intervento Operativo di Firenze, grazie anche alla fattiva collaborazione di alcuni residenti che rafforzando il proprio senso civico hanno dato in tal senso un fondamentale apporto per la causa, hanno
• tratto in arresto:
– R.M., tunisino, 27enne, agli arresti domiciliari nel centro storico del capoluogo umbro per reati analoghi, responsabile del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.
Infatti, i militari operanti, durante il controllo domiciliare all’uopo predisposto, insospettitisi dell’atteggiamento insolito assunto nella circostanza dall’individuo che avvalorava le segnalazioni ricevute dal vicinato circa movimenti sospetti nella zona di giovani tossicodipendenti, procedevano alla perquisizione locale dei vani domestici rinvenendo nella disponibilità dell’uomo otto grammi di cocaina e due di hashish, sequestrati, unitamente alla somma di 300/00 euro, provento dell’attività illecita.
– N.F.M.A., 24enne cittadino dell’Ecuador, residente a Perugia, agli arresti domiciliari per reati contro il patrimonio, colpito da ordine di cattura emesso dal Tribunale di Perugia per reiterate violazioni alla misura cui era sottoposto.
Al termine delle formalità di rito, R.M. è stato trattenuto presso le camere di sicurezza di questo comando, in attesa della celebrazione del rito direttissimo disposto dalla magistratura, mentre N.F.M.A. è stato associato presso la locale casa circondariale.
• deferito in stato di libertà:
B.S. e A.S., tunisini, rispettivamente di 30 e 23 anni, senza fissa dimora, nullafacenti, noti alle forze dell’ordine ed alle cronache giudiziarie, per la violazione della normativa sull’immigrazione.
Controllati nella frazione perugina di Pila, alla richiesta dei militari, non esibivano senza giustificato motivo idoneo documento di identità. Per loro sono state attivate immediatamente le procedure per l’allontanamento dal territorio nazionale.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*