Sequestrata piantagione di marijuana, operazione “Lampo” polizia

Un perugino 22enne nei guai per aver coltivato marijuana, arrestato dalla Polizia di Perugia

PIANTAGIONEmarijuanaCITTA’ DI CASTELLO – Gli agenti del Commissariato di Città di Castello hanno tratto in arresto una donna C.M. di anni 60 siciliana di origine ma da anni residente tra il nord ed il centro Italia, in quanto ritenuta la custode di una piantagione di marijuana individuata nella campagna ai confini tra l’Umbria e le Marche.  Le piante, appartenenti ad una specie geneticamente modificata, sono state rinvenute parte interrate e parte coltivate in vaso, per un totale di 23 arbusti. Caratteristica principale della specie è quella di mantenere un’altezza contenuta della pianta, con una produzione quantitativamente minore rispetto alla varietà più diffusa, ma con contenuto di principio attivo sino a sei volte più potente. Per tale motivo, la dose singola, circa un grammo, era venduta anche a 20 euro. Si stima che dalle piante sequestrate si sarebbe potuto ottenere un quantitativo prossimo ai 5-6 kg. di sostanza essiccata.  L’arresto fa parte dell’operazione “Lampo”, con la quale nel decorso mese di maggio vennero tratte in arresto altre tre persone, recuperato oltre 1 kg di hashish e comprese il sequestro odierno, circa 60 piante di marijuana. La donna processata per rito direttissimo, è stata condannata con patteggiamento ad 1 anno e 4 mesi di reclusione, con conseguente multa di 2800 euro.

 

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*