#seisettembreSanLorenzo, Perugia non è la capitale della droga

“E’ andata bene, è stato bello, difficile, ma grazie ai ristoratori che hanno aderito, grazie alla Curia, al Comune di Perugia, alle Forze dell’Ordine, ieri sera è stata una bellissima serata, simbolica, non risolutiva, non poteva e non doveva esserlo, avremmo trovato dopo anni di problemi, la soluzione.

No, mi spiace, ma il pusher, o i pusher, appena abbiamo liberato il NOSTRO, territorio è tornato a commerciare tranquillamente. Qualcuno di voi pensava che la cena facesse sparire come per magia i pusher ed i tossicodipendenti? Mi auguro di no, la cena ha un significato che può e deve essere solo che l’inizio.

Ieri sera, tra organizzatori, e partecipanti, abbiamo toccato con mano che possiamo e dobbiamo riconquistare i nostri spazi, perchè sono nostri, dei nostri figli, dei nostri nipoti. Non abbiamo mai avuto la pretesa e mai l’avremo, né io, né Gianluca Papalini, unitamente al Direttivo dell’Associazione che #‎seisettembresanlorenzo‬, avrebbe cancellato il problema droga su quella Piazza. Andiamo oltre, cerchiamo di leggere il messaggio che doveva passare e che fortunatamente è passato, la città va riconquistata, il centro va vissuto.

I bambini sotto Le Logge di Braccio sono l’istantanea di quello che abbiamo organizzato e condiviso con tutta la città. Loro sono l’emblema di una riconquista, loro giocavano con il Gruppo Scout Perugia 1, dove abitualmente stazionano i consumatori di droga e non solo. Loro hanno vinto. Vi ringrazio a nome di tutti, a presto Tommaso”.

Queste le parole di Tommaso Morettini, Presidente dell’Associazione Perugia non è la capitale della droga che ieri, 6 settembre, è stata promotrice della “cena anti spaccio” che si è svolta lungo il Sagrato del Duomo. Un inizio, si spera, che invogli i cittadini a continuare il percorso di riapproprio delle strade, della città, dei luoghi in cui i nostri bambini dovrebbero essere liberi di camminare seza paura e da cui dovrebbero poter partire per costruire il loro futuro.

[box type=”shadow” align=”alignleft” ]L’associazione ringrazia tutti coloro che hanno contribuito all’evento dai perugini (e non) che hanno aderito, alla Curia per la concessione dello spazio, alle Istituzioni che hanno sosteuto il progetto, rappresentate alla cena dagli Assessori Teresa Severini, Cristiana Casaioli e Francesco Calabrese, ai ristoratori che hanno organizzato un eccellente momento di convivio da cui traspariva la grande voglia di far “ripartire” un centro storico meraviglioso come quello di Perugia: ricco di bellezze, cultura e storia ed infine il Gruppo Scout Perugia 1 che ha intrattenuto i piccoli ospiti e li ha resi, per una sera, padroni del proprio spazio.[/box]
Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*