SEGRETARIO CGIL CAMUSSO VISITA BROLETTO; “TRAGEDIA CHE È ANCHE FRUTTO DEL CLIMA CHE SI RESPIRA NEL PAESE”

CGIL-CamussoAllaSalaDeiNotari-6715(UJ.com3.0) PERUGIA – “Sono qui  in segno  di rispetto per  le due lavoratrici della Regione Umbria vittime di una vicenda che è anche frutto del clima alimentato dalla crisi che sta vivendo il Paese, e che ha funzionato da detonatore”: lo ha detto il segretario generale della CGIL nazionale Susanna Camusso  visitando stamani, accolta dalla vice presidente della Giunta regionale dell’Umbria Carla Casciari, il IV piano del “Broletto” dove sono state uccise il 6 marzo scorso Margherita Peccati e Daniela Crispolti. Prima di recarsi all’attivo regionale dei quadri e delegati della CGIL dell’Umbria alla Sala dei Notari di Perugia, Camusso  ha voluto testimoniare la propria solidarietà ai dipendenti della Regione Umbria e commemorare le due lavoratrici.

[wzslider autoplay=”true” info=”true” lightbox=”true”]

“Sono soprattutto le istituzioni locali che si misurano con i grandi problemi della crisi  e  che interagiscono con i cittadini – ha detto Camusso incontrando a conclusione della visita alcuni dipendenti ed i rappresentanti della Cgil aziendale. Il nostro sindacato – ha aggiunto – sostiene la necessità della  riforma della pubblica amministrazione,  ma è anche decisamente contrario a qualsiasi tentativo di delegittimarla e liquidarla,  nella convinzione che ciò porterebbe all’apertura di  una stagione peggiore dell’attuale.

 

Sono qui per partecipare al lutto di chi è morto senza sapere il perché, svolgendo il proprio dovere,  e per  marcare  il segno della solidarietà e della vicinanza, convinta che comunque bisogna  interrogarsi su ciò che può essere fatto perché queste tragedie  non debbano più ripetersi.  Sulla vicenda – ha sottolineato – non è emersa la solidarietà  che ci saremmo aspettati per vittime che stavano facendo il proprio lavoro.  E’ per questo che occorre ragionare insieme  per cercare di e riequilibrare il  giudizio del Paese  rispetto ai lavoratori pubblici, alle istituzioni e alle loro funzioni, cercando di capire come si è costruito questo clima,   come è stato alimentato e come è possibile riorientarlo”.

La vice presidente della Giunta regionale Casciari ha ringraziato il Segretario generale della CGIL “per aver testimoniato con la sua presenza la vicinanza a tutti i dipendenti della Regione ancora particolarmente scossi da quanto accaduto, ma che tuttavia  – ha ricordato Casciari – nell’immediatezza della tragedia  hanno dimostrato capacità nel fronteggiare la situazione ed un alto senso di responsabilità, senza abbandonare la propria postazione di lavoro. Penso ad esempio a Franco Marchetti, Anna Lisa Doria e a chi ha prestato immediato soccorso alle colleghe anche a rischio della propria vita. Ora anche per noi, amministratori e dipendenti,  è il momento di riflettere su  perché ciò è  accaduto e su cosa va fatto affinché fatti del genere non si ripetano, né qui né altrove”.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*