Secondo giorno senza ricoveri a seguito del caldo all’Ospedale di Perugia

Una sorta di record positivo secondo i medici nel rispetto dei consigli per bambini ed anziani

Per il secondo giorno consecutivo non si sono registrati ricoveri dovuti a conseguenze dirette o come concausa di patologie cardiocircolatorie o respiratorie, del clima afoso che ha fatto indicare dagli esperti Perugia città da bollino rosso. A darne comunicazione con una nota è l’ufficio stampa dell’Azienda Ospedaliera di Perugia in contatto con il direttore del Pronto Soccorso del S.Maria della Misericordia. Gli interventi di emergenza del 118 hanno riguardato incidenti stradali avvenuti nelle zone di maggior traffico, come ad esempio la Valnerina e piccoli malesseri che sono stati risolti sul luogo dell’intervento da parte del personale sanitario. Viene fatto notare che oltre alle precauzioni prese dai familiari per bambini ed anziani, le due categorie maggiormente a rischio, le temperature elevate hanno indotto molti umbri a cercare refrigerio in zone di collina. “Si conferma la tendenza di grande attenzione nel rispettare i consigli di non esposizione al sole nelle ore più calde – è il commento del responsabile del Pronto Soccorso del S.Maria della Misericordia Dr. Mario Capruzzi e questo va doverosamente sottolineato come un comportamento di alto senso civico dei cittadini”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*