SCOPERTE DUE IMPRESE CHE IMPIEGAVANO LAVORATORI IRREGOLARI

Evasione fiscale, finanza sequestra immobile commerciale a Terni
Evasione fiscale, finanza sequestra immobile commerciale a Terni

Firenze, blitz della Guardia di Finanza a Ponte Vecchio(UJ.com3.0) TODI – I Finanzieri della Tenenza di Todi in esito all’esecuzione di due verifiche fiscali nei confronti di due società di persone esercenti l’attività di bar e riconducibili alla medesima persona fisica, hanno individuato 25 soggetti risultati impiegati in maniera irregolare, formalmente inquadrati quali “associati in partecipazione”. In particolare, l’attività ispettiva, finalizzata al contrasto del sommerso d’azienda e di lavoro, ha consentito di di svelare il particolare ed insidioso meccanismo di evasione contributiva perpetrato dal dominus delle due società attraverso lo strumentale ed illegittimo utilizzo di contratti di associazione in partecipazione, in realtà dissimulanti diversi ed effettivi rapporti di lavoro dipendente.

Con l’adozione di tale tipologia contrattuale, assolutamente legittima al ricorrere delle condizioni richieste dalla legge, si garantiva il duplice effetto di occultare elementi attivi nella dichiarazione dei redditi e di non effettuare alcuna ritenuta d’acconto IRPEF sugli emolumenti così ad arte corrisposti ai “lavoratori associati”.

 

 

In definitiva, sul conto delle due società è stata complessivamente rilevata una base imponibile sottratta pari ad € 394.364, l’omessa presentazione delle dichiarazioni dei sostituti d’imposta – mod. 770-, la presentazione di dichiarazioni infedeli ai fini delle imposte sui redditi per la sottrazione di elementi attivi per circa € 410.000 e ai fini dell’IVA per circa € 250.000 nonché accertato il mancato versamento di ritenute d’acconto IRPEF per circa € 95.000 conseguenti alla corretta riqualificazione della tipologia contrattuale utilizzata.

 

Infine con riferimento agli elementi attivi sottratti a tassazione una delle due imprese è stata tecnicamente qualificata come “evasore paratotale” in quanto i ricavi effettivamente conseguiti superavano del 50% i ricavi dichiarati al fisco.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*