Scoperta dalla polizia a Terni una piantagione di marijuana in pieno centro

LA POLIZIA DI STATO INTENSIFICA L’ATTIVITA’ DI PREVENZIONE E REPRESSIONE: VARI INTERVENTI E DENUNCE NEL FINE SETTIMANA

Scoperta dalla polizia a Terni una piantagione di marijuana in pieno centro

Nel corso dei servizi disposti dal Questore Carmine Belfiore nel fine settimana, in vista dei week end di primavera, al fine di mantenere elevato il dispositivo di prevenzione e controllo del territorio, la Polizia di Stato ha effettuato una serie di interventi ed operazioni di polizia giudiziaria.

Sabato mattina, personale della Sezione Narcotici della Squadra Mobile, in seguito ad attività info-investigativa, ha scoperto una piantagione di marijuana in un balcone di un’abitazione poco distante dal Duomo. Dalle indagini è emerso che un sessantottenne ternano aveva coltivato 14 piante di marijuana che sono state sequestrate. L’uomo è stato denunciato alla Procura della Repubblica per la violazione del testo unico sugli stupefacenti.

SVENTATO DALLA POLIZIA DI STATO FURTO DI GASOLIO NELLA ZONA INDUSTRIALE DI MARATTA: Sabato notte personale della Squadra Volante, in seguito alla segnalazione di persone sospette che si aggiravano nei pressi di un’azienda di Maratta è intervenuto rintracciando sul posto due taniche di cui una già riempita con gasolio asportato da alcuni mezzi pesanti della ditta. I poliziotti hanno effettuato una battuta in zona individuando un’autovettura sospetta con il motore ancora caldo, i vetri oscurati ed il pianale posteriore abbassato, coperto da cartoni. Dalle successive verifiche è emerso che il veicolo era intestato ad un pluripregiudicato di nazionalità rumena residente a Terni. Gli operatori della volante unitamente a personale della Squadra Mobile hanno atteso che gli occupanti tornassero a recuperare il veicolo e poco dopo sono arrivati due rumeni che sono stati bloccati e identificati.

SCOPERTO DALLA POLIZIA DI STATO AUTORI DI VARI FURTI SU AUTOVETTURE: Ieri pomeriggio in seguito alla segnalazione al 113 da parte di un cittadino personale della Squadra Volante è intervenuto in Via Alfieri dove il proprietario di un’autovettura in sosta aveva segnalato un uomo che aveva asportato degli oggetti e si era dato alla fuga. Gli agenti della Volante sulla base delle indicazioni fornite sono riusciti a rintracciare poco dopo un cinquantenne ternano che era appena rientrato a casa cercando di far perdere le proprie tracce. L’uomo, già noto alla Polizia, era visibilmente agitato e indossava ancora lo stesso abbigliamento segnalato all’atto della commissione del furto. Nel corso degli accertamenti presso la sua abitazione sono stati trovati altri oggetti asportati da altre autovetture parcheggiate nel centro di Terni. Di fronte all’evidenza dei fatti il “ladro seriale” non ha potuto fare altro che ammettere le proprie responsabilità cercando di giustificare i furti commessi con la mancanza di un lavoro. E’ stato accompagnato in Questura  e denunciato alla Procura della Repubblica per furto aggravato continuato. Gli oggetti asportati sono stati restituiti ai legittimi proprietari.

SCARCERATO PER FINE PENA ED ACCOMPAGNATO DALLA POLIZIA IN ROMANIA: Personale dell’Ufficio Immigrazione ha accompagnato coattivamente a Bucarest un cittadino rumeno di 59 anni. L’uomo dopo aver espiato una condanna per violenza sessuale su una minore disabile, commessa a Roma, all’atto della scarcerazione è stato accompagnato presso il Tribunale di Terni dove il Giudice Dott. Federico Bona Galvagno ha convalidato il decreto prefettizio di allontanamento per motivi imperativi di pubblica sicurezza. Gli agenti dell’Ufficio Immigrazione lo hanno scortato fino in Romania e consegnato alle Autorità locali.

SI ALLACCIA AL CONTATORE DEL VICINO: LA POLIZIA DI STATO SCOPRE UN “LADRO DI CORRENTE”: Ieri pomeriggio in seguito ad una segnalazione al 113 personale della Squadra Volante è intervenuto in un condominio del centro dove un cinquantenne ternano a seguito del distacco per morosità del suo contatore aveva ben pensato di allacciarsi abusivamente a quello del vicino di casa. I poliziotti intervenuti sul posto lo hanno trovato mentre stava armeggiando con un cacciavite sui contatori. E’ stato accompagnato in Questura e denunciato per furto aggravato di energia elettrica.

TROVATO ALL’INTERNO DI UN UFFICIO POSTALE IN ORARIO DI CHIUSURA: Nel corso  dell’attività di prevenzione antirapina personale della Squadra Volante ha notato che all’interno di un ufficio postale vi era un anziano nonostante l’Ufficio fosse chiuso. Dal controllo è stato accertato che l’uomo si era introdotto attraverso al porta d’ingresso che risultava difettosa. Alla richiesta di spiegazioni l’anziano, in evidente stato confusionale, si è giustificato che si era introdotto all’interno dei locali per evitare la fila del mattino. E’ stato fatto intervenire subito il direttore della filiale per il ripristino immediato della funzionalità della porta.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*