Sanitopoli, confermata condanna a Lorenzetti

Per l’ex assessore regionale alla Sanità, Maurizio Rosi, la pena è stata aggravata: 9 mesi e 15 giorni

Sanitopoli, confermata condanna a Lorenzetti

Sanitopoli, confermata condanna a Lorenzetti

Confermata la condanna ad otto mesi di reclusione inflitta dal tribunale a Maria Rita Lorenzetti, ex governatrice dell’Umbria, coinvolta nell’inchiesta ‘Sanitopoli’. Per l’ex assessore regionale alla Sanità, Maurizio Rosi, la pena è stata aggravata: 9 mesi e 15 giorni. Condannati anche l’ex direttore generale della Sanità Paolo Di Loreto (9 mesi e 15 giorni) e l’ex funzionario del servizio affari generali e amministrativi Giancarlo Rellini (otto mesi e 15 giorni). La decisione del collegio è arrivata al termine di una camera di consiglio durata circa tre ore. Lorenzetti era accusata di falso ideologico in relazione ad una delibera di Giunta del marzo 2010 che autorizzava alcune Asl ad assumere personale. I reati contestati a vario titolo dalla procura generale riguardavano l’abuso d’ufficio, il falso ideologico e quello materiale.

Sanitopoli

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*