Rubano rame cimitero Perugia arrestati due romeni

I due, incensurati, sono stati sottoposti a fermo per ricettazione aggravata

Rubano rame cimitero Perugia arrestati due romeni

Rubano rame cimitero Perugia arrestati due romeni. Ieri mattina è stato un automobilista in transito lungo il raccordo a chiamare la polizia segnalando un’auto, con targa straniera, in panne nella zona del cavalcavia di Ponte San Giovanni; riferiva che, stranamente, gli occupanti lanciavano degli oggetti nella campagna sottostante. La Polizia Stradale invia un equipaggio che sospetta che gli automobilisti in difficoltà stiano combinando qualcosa di losco. Per prima cosa gli agenti li immobilizzano e li mettono in sicurezza; poi chiedono cosa stia accadendo. La reticenza dei due giovani non rallenta le indagini: è evidente che la coppia, mentre stava trasportando “qualcosa” sulla utilitaria, è stata sorpresa dal guasto meccanico del veicolo; quindi, prima di chiedere assistenza, si stava “liberando” del carico. La sorpresa è che avevano più di cento oggetti di rame; con l’ausilio di una Volante li conducono in Questura e recuperano un ingente quantitativo di pezzi funerari, in rame e ottone, di probabile provenienza furtiva da cimiteri locali.

In Questura i due vengono identificati: entrambi romeni, uno di non ancora trentenne e l’altro di appena diciotto anni, incensurati. Si fanno le prime verifiche e si ipotizza che i due abbiano a che fare con quello che è accaduto in città qualche notte fa. Difatti, la notte tra il 20 e il 21 giugno scorsi il Cimitero Monumentale di Monterone aveva subito un ingente furto di vasi, recipienti e ampolle funerarie. Le ricerche degli autori, avviate la mattina successiva, non avevano portato ad individuare chi, per assicurarsi “l’oro rosso”, aveva razziato più di quaranta tombe. Inoltre poteva trattarsi anche di furto non mirato al valore commerciale del materiale, comunque elevato, perché si trattava di “pezzi” molto antichi, che suscitano un sicuro interesse tra gli appassionati di antiquariato.

I poliziotti hanno dissipato ogni dubbio quando hanno fatto venire in Questura il responsabile dei servizi cimiteriali di Perugia: li riconosceva proprio nei 118 arredi funerari asportati al Cimitero Monumentale. Il materiale gli sarà restituito affinché provveda alla riconsegna ai legittimi proprietari. I due romeni sono stati sottoposti a fermo di polizia giudiziaria per il reato di ricettazione aggravata; proseguono le indagini per individuare i ladri.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*