Rubano biciclette a Terni, tre denunciati, refurtiva recuperata

Sono stati tutti denunciati per furto aggravato

Rubano biciclette a Terni, tre denunciati, refurtiva recuperata

Rubano biciclette a Terni, tre denunciati, refurtiva recuperata

TERNI – Prezioso come sempre l’aiuto di un cittadino che ieri sera ha segnalato di aver visto in Viale della Stazione tre individui – che indossavano felpe scure con cappuccio – spaccare i lucchetti di due biciclette parcheggiate. E’ stato grazie alla sua segnalazione che una pattuglia della Squadra Volante è arrivata immediatamente ed ha fermato i tre in Piazza Tacito. Si tratta di tre cittadini egiziani, un minore e due maggiorenni, tutti e tre residenti a Terni e con permesso di soggiorno scaduto, che hanno dichiarato agli agenti di lavorare in un autolavaggio cittadino.

Sono stati tutti denunciati per furto aggravato e ora sono a disposizione dell’Ufficio Immigrazione per i relativi provvedimenti espulsivi; per quanto riguarda il minore, in carico ad una comunità del viterbese, è stato contattato il Tribunale per i Minorenni competente.

La brillante operazione di ieri sera, si inquadra in un potenziamento generale dell’attività di contrasto al crimine diffuso della Questura ternana, con l’implementazione di un maggior numero di mezzi sul territorio, siano essi pattuglie della Squadra Volante, che personale in borghese, che attuano servizi nell’arco di 24 ore finalizzati, tra l’altro, anche a contrastare i furti di biciclette, un reato che sta creando disagi a molte famiglie.

A questo scopo, la Polizia di Stato ternana ha intensificato i controlli, fermando ed identificando con maggiore frequenza proprio i ciclisti, chiedendo i documenti attestanti la provenienza del mezzo.

Si invitano pertanto quei cittadini in possesso di regolare denuncia di patito furto, a presentarsi all’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico, nella sede della Questura ternana in via Antiochia – il lunedì mattina dalle 9 alle 12 – per verificare se la propria bicicletta è fra quelle recuperate dagli agenti; contemporaneamente, coloro che non hanno ancora sporto denuncia, vengono invitati a presentarsi agli uffici denunce delle Forze dell’Ordine, fornendo più dettagli possibili, utili ai fini del riconoscimento del mezzo rubato.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*