Ruba rame al cimitero di Perugia e picchia gli agenti, per lui manette!

PERUGIA – Nella serata del 15 aprile le Volanti si sono portate presso il cimitero comunale di Canneto, per segnalazione di ladri in azione. Giunti sul posto, agli agenti non è sfuggita la presenza, sul terreno alle spalle del cimitero, di alcune grondaie in rame già piegate e che sembravano pronte per essere portate via. Così, i poliziotti hanno perlustrato accuratamente l’interno e si sono imbattuti in un uomo, sdraiato in terra come se cercasse di nascondersi, che calzava guanti da lavoro ed occultava col proprio corpo un piede di porco.

Contestualmente, le Volanti hanno notato che da alcune cappelle erano state divelte le grondaie di rame. Pertanto, comprendendo di aver colto il ladro in flagranza di reato, gli agenti si sono avventati su di lui per ammanettarlo. A questo punto però, C.P., un rumeno del 1980 già noto alle forze dell’ordine per reati contro il patrimonio, ha ingaggiato una colluttazione con i poliziotti, che, con fatica, lo hanno infine immobilizzato.

Vicino al luogo in cui è stato trovato il giovane, vi erano altri arnesi da scasso e precisamente un secondo piede di porco ed un trapano avvitatore.

Neppure il tempo di caricarlo sull’auto di servizio che il 35enne ha iniziato a dare in escandescenze durante il trasporto dal cimitero alla Questura. Infatti, benché fosse stato ammanettato, ha preso ripetutamente a calci la portiera della Volante, danneggiandola seriamente. A seguito della sua condotta, la Polizia lo ha arrestato per i reati di furto aggravato, resistenza a pubblico ufficiale e danneggiamento aggravato.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*