Ruba calzature ed altri capi, arrestata badante romena

Trentatreenne si toglie la vita nella sua casa, dramma a Foligno
Trentatreenne si toglie la vita nella sua casa, dramma a Foligno

Ieri pomeriggio l titolare di un esercizio commerciale di Corciano ha chiamato il 113, richiedendo il pronto intervento della Volante poiché all’interno del negozio vi era una taccheggiatrice.

Sul posto, gli agenti hanno bloccato M.G., romena del 1974, che aveva appena oltrepassato le casse senza pagare il corrispettivo di una serie di capi d’abbigliamento.

In particolare, secondo quanto ricostruito dalla Volante, la donna, dopo essere entrata nel negozio, aveva prelevato T-shirt, pantaloni, felpe, calze e scarpe da ginnastica e si era introdotta nel camerino.
Qui aveva staccato con delle forbici le placche antitaccheggio e aveva indossato uno sopra all’altro tali vestiti, al contempo occultando nella propria borsa le calzature.

Poi aveva tentato di svignarsela, ma, purtroppo per lei, aveva dimenticato di rimuovere un dispositivo antitaccheggio, sicché appena ha superato le casse è suonato l’allarme.

Completati gli accertamenti del caso, è emerso che il valore della merce rubata era superiore ai 250 euro, sicché la Polizia ha arrestato M.G. per furto aggravato e le ha sequestrato le forbici.
L’operazione, tuttavia, non si è conclusa qui.
Infatti, il titolare dell’esercizio commerciale ha confidato agli agenti che nel corso degli ultimissimi giorni quella donna era stata vista più volte all’interno del negozio.

Pertanto, la Squadra Volante della Questura, sotto la direzione del Commissario Capo Adriano Felici e il coordinamento operativo dell’Ispettore Vincenzo D’Acciò, ha deciso di effettuare immediatamente una perquisizione a casa della romena, alla ricerca di altra merce rubata.

L’iniziativa ha dato i frutti sperati, visto che, in un armadio della stanza della donna, che lavora a Ellera come badante di un’anziana signora, sono stati trovati circa venti paia di scarpe, per lo più rubate all’interno del medesimo negozio, del valore complessivo di circa 1000 euro.

A questo punto, M.G. è crollata, confessando di aver commesso una serie di furti nel corso degli ultimi giorni.

La Polizia ha sequestrato tutta la merce e sta provvedendo alla sua restituzione in favore dei soggetti derubati.

Stamane la donna verrà processata per direttissima.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*