Riusciva a spacciare hashish a chiunque, arrestato pusher

Ubriaco si schianta contro il guardrail: lievemente ferito ma denunciato

Dalla fine del 2012 e per quasi tutto il 2014 in maniera continuativa e con una cadenza giornaliera riusciva a spacciare dosi di Hashish a chiunque a Perugia ne avesse bisogno, a prescindere dalla nazionalità; l’area di spaccio era sempre la stessa: via della Pallotta e via Tuderte. Qualche giorno fa i carabinieri dell’aliquota operativa della compagnia di Perugia, al termine di una minuziosa attività investigativa hanno tratto in arresto un 46enne marocchino con numerosi alias e gravato da molti precedenti, notificandogli la misura di custodia cautelare in carcere emessa dal G.I.P. del capoluogo umbro.

L’indagine, caratterizzata da prolungati servizi di osservazione e pedinamento, ha permesso di risalire all’ esperto spacciatore ponendo la giusta attenzione sugli assuntori della sostanza stupefacente che con regolarità prendevano contatti telefonici con lo spacciatore per poi incontrarsi con quest’ultimo alle pendici del centro storico perugino. Un cadenza settimanale di circa 20€ di hashish a persona per circa 2 anni, questa è circa la media di spaccio accertata nei confronti di almeno 7 assuntori italiani, che ha consentito di inquadrare la condotta con un vero e proprio disegno criminoso. Il fatto inoltre di non avere una fissa dimora e di essere irregolare sul territorio nazionale ha avvalorato la necessità dell’esigenza cautelare in carcere, proprio perché si trattava di un persona recidiva ed incline allo spaccio di droga, quest’ultima come una fonte di sostentamento. L’uomo che è stato rintracciato dai carabinieri proprio in via Tuderte, dopo essere stato accompagnato presso gli uffici della caserma di via Ruggia per le previste ritualità è stato tradotto presso il carcere di Capanne.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*