Rissa tra tunisini, massacrato mentre era a terra, dal web: “Vogliamo esercito a Fontivegge”

Rissa tra tunisini, massacrato mentre era a terra, dal web: "Vogliamo esercito a Fontivegge"
RISSA TUNISINI

Rissa tra tunisini, massacrato mentre era a terra, dal web: “Vogliamo esercito a Fontivegge”

Dal web si invoca la presenza dell’esercito a Fontivegge. Già in passato, nell’era Locchi e in quella Boccali – sindaci di Centrosinistra – si parlò di far arrivare a Perugia un contigente dell’Esercito italiano. Certo era vox populi, e si gridò allo scandalo: “Non si può militarizzare una città come Perugia“, si disse allora…E se una volta la colpa era di Boccali adesso è di Romizi? Manco per niente!

Lo disse parecchi anni fa l’ultimo sindaco socialista Mario Valentini che, evidentemente, ci aveva visto lungo: “Perugia andrà incontro ad un degrado pauroso”, la sintesi della chiacchierata informale che facemmo con lui fu questa. Quanto l’alcalde del garofano aveva previsto, puntualmente, si è verificato! E Perugia, Fontivegge in particolare, piazza del bacio – quei “nonluoghi” il nostro non-lieu – ci offre ogni notte qualche cosa per far parlare le cronache.

E del termine surmodernità ci portiamo dietro tutta l’assurda esplosione dell’eccesso…eccesso di violenza, di odio, di cattiveria…La città non ne può più di tutto questo sangue. Calci e pugni quando era a terra. Il tunisino che è in rianimazione, è la vittima di una brutalità senza pari che ci racconta di una Città che, in quegli spazi, non ha più nulla da perdere. Ha già perso tutto! Sicurezza, bellezza, serenità…no, non c’è più nulla…chi deve scendere dal treno a Fontivegge lo fa in fretta, scappa quasi dall’area. Dentro e fuori lo scalo puo’ accadere di tutto. Violenza di ogni genere. Dalle coltellate alle bottigliate, dagli scippi alle sparatorie. La Polizia e i Carabinieri si sfiancano di lavoro, più ne catturano più ce ne sono…nessuno può più fermare il dominio violento della notte selvaggia dei violenti.

Come mai quelli che sono stati arrestati, quei due fratelli – dato che avevano un po’ di “robaccia” sulle spalle – stavano fuori. Come mai si vanifica l’azione indefessa delle forze dell’ordine. I due fratelli tunisini hanno precedenti per spaccio, sono dei violenti…gente pericolosa…che non esita a colpire per uccidere e a colpire con una crudeltà non proprio a nessun altro animale sulla terra, se non all’uomo. Un uomo privo di ogni barlume di bontà e di umanità. Si è colpito davanti a persone inermi, si è colpito tra le grida di paura, tra il panto di una donna che ha cercato di salvare il suo compagno.

I fratelli infieriscono., scrive Erika Pontini su La Nazione. Calci, pugni e coltellate con un taglierino in tutto il corpo. Stesso trattamento riservano alla donna che cerca di intervenire. Oltre a marito e moglie risulta ferito anche uno dei fratelli: si scoprirà dopograzie alle testimonianze degli operatori di Umbria Mobilità – che si è ferito da solo per far ricadere la colpa sul connazionale aggredito. Una bugia che dura un soffio.

Sappiamo che anche in Umbria arriveranno rinforzi per le Forze dell’ordine, soprattutto in vista del Giubileo. Ma le persone sono terrorizzate, stanche, stremate e deluse. Sì, deluse perché forse si aspettavano da questa Giunta di Centrodestra quello che, in realtà nessun esecutivo può fare: riconquistare un’area di una città oramai da anni caduta in mano ai violenti. E’ per questo che usando Facebook – sì va be’ lascia il tempo che trova ma intanto… – uomini donne, giovani anziani van chiedendo che Fontivegge e Piazza del Bacio debbano essere messi sotto presidio militare.

Chi se la sente di dar torto a persone che sono state costrette a vendere casa, attività lavorative…a gente che vive – di notte e anche di giorno – barricata in casa. Come rispondere con la solidarietà a chi arriva e delinque.

O si fa qualche cosa o Perugia sarà perdura per sempre, in quell’area non ci si può inventare nulla. Funziona solo la legge della violenza, solo quella…della violenza e della paura.

(Marcello Migliosi)

Sangue A Fontivegge

Flickr Album Gallery Powered By: Weblizar

 

esercito a Fontivegge

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*