Rapina aggravata, in carcere a Capanne 53enne

Droga e immigrazione clandestina, albanese finisce a Capanne

Rapina aggravata, in carcere a Capanne 53enne

Ieri pomeriggio gli uomini della Squadra Volante e del Posto di Polizia di “Centro Storico”, hanno effettuato, sotto la direzione del Commissario Capo Adriano Felici, un blitz presso un appartamento di Ponte San Giovanni, dove era stata segnalata la possibile presenza di una persona latitante.

CONDANNATA PER RAPINA AGGRAVATA

Si trattava di una donna cui circa due anni fa era stata inflitta una condanna ad un anno e undici mesi di reclusione per rapina aggravata. Sinora la persona era riuscita a sfuggire all’esecuzione della pena in quanto non ha mantenuto uno stabile domicilio, il che ha naturalmente reso più complesse le sue ricerche da parte delle forze dell’ordine.

Tuttavia, nel momento in cui sono state acquisite notizie utili sul suo probabile luogo di attuale dimora, la Polizia non si è lasciata sfuggire l’occasione. Gli agenti si sono dunque presentati a casa della donna, che è apparsa piuttosto sorpresa della loro visita e che comunque non ha neppure tentato di opporre resistenza.

A CAPANNE

Successivamente, al termine degli accertamenti di rito, i poliziotti l’hanno condotta a Capanne, dove è destinata a trascorrere i prossimi mesi.

Rapina aggravata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*