Ragazzo ucciso a Terni: gip si riserva su convalida arresto

Il giudice per le indagini preliminari, al termine dell’interrogatorio di garanzia svoltosi questa mattina, si e’ riservato di decidere sulla richiesta di convalida dell’arresto di Amine Aassoul, il marocchino di 29 anni accusato di avere ucciso a Terni il giovane David Raggi, colpendolo con una bottiglia rotta al collo.

Una vera e propria “macchina da guerra” criminale che ha agito con consapevolezza e senza freni inibitori: il gip di Terni Maurizio Santoloci descrive così Amine Aassoul. Lo fa motivando la convalida del provvedimento restrittivo e disponendo la custodia in carcere. Il giudice, in una decina di pagine, ha parlato di impulso criminale per Aassoul, evidenziando come dal suo passato emerga una particolare inclinazione a delinquere. Lo ha definito “scaltro”.

Per Santoloci la custodia cautelare in carcere è l’unica misura in grado di evitare i pericoli di reiterazione del reato, di fuga e di inquinamento delle prove.

Nessuna dichiarazione da parte del legale del marocchino, l’avvocato Giorgio Panebianco “per rispetto – ha detto il legale – nei confronti della famiglia del ragazzo e del suo dolore”. Lo straniero, con un passato di scippi e rapine, e’ stato interrogato per circa due ore dal gip Maurizio Santoloci: ha detto di non ricordare nulla.

Le accuse a carico dello straniero, gia’ espulso dall’Italia e richiedente asilo, sono quelle di omicidio volontario aggravato e resistenza a pubblico ufficiale.

Bandiere a mezz’asta sugli edifici comunali e lutto cittadino domani a Terni, per i funerali di David Raggi, il ragazzo ucciso giovedì scorso in piazza dell’Olmo all’uscita di un locale. Il sindaco Leopoldo Di Girolamo questa mattina ha firmato il provvedimento che istituisce il lutto cittadino.

“L’intera città di Terni, colpita da questa terribile e sconvolgente notizia – si legge nell’ordinanza – intende stringersi attorno ai familiari in un momento cosi’ insopportabilmente doloroso.

Tenuto conto che l’Amministrazione Comunale, raccogliendo la spontanea partecipazione dei cittadini, degli amministratori e degli esponenti delle diverse forze politiche, intende manifestare in modo tangibile e solenne il dolore dell’intera comunità per la tragica perdita, sentita la Giunta comunale, informato il Prefetto di Terni, ordina la proclamazione del lutto cittadino in concomitanza ai funerali della giovane vittima”.

Funerali che si terranno presso il Duomo alle ore 15. Gli uffici comunali osserveranno un momento di raccoglimento in concomitanza dei funerali. Il sindaco invita la cittadinanza, le istituzioni pubbliche e le organizzazioni sociali, culturali e produttive di Terni ad “esprimere, in forme decise autonomamente, il dolore e l’abbraccio della comunità ai familiari”.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*