Raccomandata con destinatario assente, ma a casa c’è qualcuno, la protesta

Raccomandata con destinatario assente
postino

da Gino Goti
Raccomandata con destinatario assente. Non sappiamo se capita anche in altre zone della città, ma a Ponte San Giovanni ci sono lamentele da parte dei cittadini che si ritrovano, nella buca delle lettere, avvisi di ritiro di raccomandate con barrata la casella “destinatario assente”, quando in casa, all’ora indicata sull’avviso, c’era gente sveglia e con l’udito a posto per sentire lo squillo del campanello. E’ certamente un disservizio e una perdita di tempo per il destinatario della raccomandata che deve attende, se tutto va bene, il giorno successivo per il ritiro e sobbarcarsi le lunghe file agli sportelli delle Poste. Ma la “fretta” dei postini si nota anche dalla elevata velocità delle panda o degli altri piccoli mezzi, con l’insegna gialla delle poste, che sfrecciano pericolosamente per le  strade del paese. Forse c’è stata una riduzione del personale, ma questo non autorizza gli addetti alla distribuzione di posta ordinaria, pacchi e raccomandate a prendere le strade come piste per la Formula Uno e i “campanelli” delle abitazioni solo da guardare senza pigiare il pulsante, anche soltanto una volta, per annunciare la presenza di qualcuno fuori della porta.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*