Quarto Passo, pm chiede il rinvio a giudizio di 58 indagati per ‘ndrangheta

In due saranno processati con rito abbreviato, uno ha chiesto il patteggiamento

'Ndrangheta Umbria Leonelli bene regione parte civile processo Quarto passo

Quarto Passo: il pm chiede il rinvio a giudizio di 58 indagati per ‘ndrangheta

La procura di Perugia chiede il rinvio a giudizio delle 58 persone coinvolte nell’inchiesta Quarto passo condotta dal Ros Dei carabinieri e relativa a presunte infiltrazioni della ‘ndrangheta in Umbria. L’istanza, formalizzata dal dal procuratore aggiunto Antonella Duchini e dal sostituto Gemma Miliani, è stata riproposta oggi in aula davanti al gup.

Agli indagati vengono contestate varie accuse che vanno dall’associazione di stampo mafioso alla truffa, furto, traffico di droga, ricettazione e violazione della normativa sul diritto d’autore. Tra i documenti indicati dai pm a supporto della richiesta richiesta di rinvio a giudizio anche una sentenza della Cassazione riferita all’inchiesta Mafia Capitale. Due indagati vengono processati con rito abbreviato, mentre uno ha avanzato richiesta di patteggiamento. Si torna in aula il 10 marzo.

Quarto Passo

Print Friendly

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*