Protesta profughi a Cenerente di Perugia, risiedono a Prugneto

Erano presenti le forze dell'ordine e qualche operatore dei centri di accoglienza

Protesta profughi a Cenerente di Perugia, risiedono a Prugneto

Protesta profughi a Cenerente di Perugia, risiedono a Prugneto da Carmine Camicia – Una protesta dei profughi, che risiedono presso uno dei centri di accoglienza del Prugneto e zona limitrofe, si è scatenata nei pressi della strada che porta a Cenerente. Sul posto le forze dell’ordine e qualche operatore dei centri di accoglienza, i quali, non hanno giustificavano la protesta, poiché ai profughi, secondo gli stessi,  non mancava assolutamente niente e gli armadi erano stracolmi di capi di abbigliamento.  Uno dei motivi della protesta , deriverebbe dal fatto che i profughi vorrebbero autogestirsi, volendo ricevere direttamente il contributo del Ministero.

Il sottoscritto ritiene preoccupante la protesta, perché potrebbe essere la prima delle tante.

Perugia non deve più accogliere altri migranti,  altrimenti la situazione diventa ingestibile, in quanto bisogna ricordare che a piazza del bacio e a Fontivegge è aperta ancora una grande ferita, poiché nell’accogliere tutti, si sono inseriti un folto gruppo di delinquenti che da anni hanno in mano tutte le attività illecite di quella zona. Il Sindaco deve incominciare a preoccuparsi e deve dire finalmente basta a questa invasione di stranieri.
Perugia, oltre 50 richiedenti asilo protestano lungo la strada da Cenerente a San Marco

Dalla Questura è stato ribadito che si è trattato di un episodio pacifico, senza particolari tensioni ma che comunque ha destato preoccupazione tra la popolazione e gli automobilisti che si trovavano a percorrere il tratto di strada che va da Cenerente a San Marco. Il tutto è rientrato nel giro di un paio di ore.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*