Pregiudicato litiga col prete e gli dà fuoco all’auto, polizia di Terni lo denuncia

dà fuoco
auto incendiata repertorio

TERNI – Più o meno 24 ore, è il tempo impiegato dalla Polizia di Stato per concludere un’indagine che aveva creato preoccupazione e generato sospetti sia per il tipo di reato, un incendio doloso, sia per la vittima designata, un parroco. Ieri pomeriggio, dopo incessanti indagini e ricostruzioni, gli agenti della Squadra Mobile ternana, diretta dal Vice Questore Aggiunto Alfredo Luzi, hanno individuato nel pugliese M. A. di 38 anni, il presunto autore dell’incendio che ha distrutto l’auto di Don Edmund Kaminski, della parrocchia di Campitello.

 Un lavoro certosino, quello che ha visto impegnati gli investigatori della Squadra Mobile, che hanno ascoltato numerosi testimoni ed effettuato accertamenti sui noti pregiudicati della zona; ogni particolare è stato vagliato con attenzione, come anche il significativo contributo dello stesso parroco, il quale – pur non avendo mai subito minacce – ha sempre risposto in maniera fattiva alle incessanti richieste di denaro da parte di numerosi bisognosi.

dà fuoco

Ed è proprio su uno di loro, il 38enne di origini pugliesi, che si è concentrata la Polizia di Stato: alcuni particolari forniti dai testimoni e la notizia della recente discussione avuta con Don Edmund, proprio in ordine all’ennesima richiesta di denaro, oltre ad altri accertamenti tecnici eseguiti sull’indiziato, hanno contribuito ad indagarlo per incendio doloso. Gli agenti hanno raccolto in breve tempo quanti più elementi utili alla ricostruzione dei fatti, suddivisi in gruppi operativi hanno ascoltato i commercianti della zona, bussato alle porte delle abitazioni, fino a chiudere il cerchio sull’indagato, già agli arresti domiciliari per rapina e reati di droga, in una casa non lontana dalla parrocchia. Oltre alla denuncia per incendio doloso, è scattata per lui anche quella per evasione.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*