Possiede coltello e arnesi da scasso, denunciato romeno

“Venite, c’è uno in una macchina, sembra morto!”. La telefonata di un residente nel quartiere Cesure è arrivata questa mattina presto al 113 e una pattuglia della Volante è arrivata subito in zona ed ha costatato la presenza di un’auto, incidentata, ferma a bordo strada, con un uomo al posto di guida, accasciato, come se fosse morto.

Fortunatamente per lui, era solo addormentato, un sonno profondo, probabilmente indotto anche dall’alcol. Sul sedile accanto, uno zaino, contenente un coltello a serramanico, tre torce e arnesi atti allo scasso.

L’uomo, un cittadino romeno di 33 anni, con precedenti per furto in abitazione, tra i quali uno anche a Tivoli (Roma) nel 2013, ha detto di risiedere in Francia e di essere venuto a Terni per fare visita alla fidanzata.

E’ stato denunciato per porto abusivo di coltello e per possesso di arnesi atti allo scasso e gli è stato notificato dall’Ufficio Immigrazione l’allontanamento del Territorio Nazionale.

Anche in questo caso, si è rivelata preziosa la segnalazione del cittadino; si ha motivo di ritenere, infatti, che l’uomo fosse venuto in città per un sopralluogo finalizzato ai furti in appartamento e che, ubriaco, abbia avuto un piccolo incidente d’auto e che poi si sia addormentato.

Dopo i recenti successi della Polizia di Stato ternana ai danni della banda di albanesi dedita ai furti in abitazione, l’attività di prevenzione nei confronti di questo tipo di reati è intensa e si avvale anche della collaborazione dei cittadini ternani che sempre più segnalano tempestivamente situazioni sospette che si rivelano poi fondate.

Un’attività di prevenzione così partecipata e condivisa non può che far ben sperare per un controllo quotidiano pressoché totale, finalizzato a garantire la sicurezza dei cittadini.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*