Ponte san Giovanni, incendio davanti alla stazione ferroviaria

Sono dovuti intervenire i vigili del fuoco per domare un incendio sviluppatosi di fronte alla stazione ferroviaria di Ponte San Giovanni su un versante scosceso su cui alcuni giorni fa una squadra di operai di Trenitalia aveva tagliato il rigoglioso canneto lasciando sul posto il residuo del lavoro.

Un primo piccolo focolaio, sviluppatosi intorno alle 7.00 era stato spento dai residenti di via Primavera con dei secchi d’acqua e un tubo attaccato alla cannella del garage. Il forte vento ha forse riacceso qualche focolaio delle radici delle canne, l’incendio ha preso più vaste dimensioni e sono stati chiamati i Vigili del Fuoco.

Non si sa a cosa sia dovuto il fuoco che ha subito attecchito sulle canne triturate nell’ultimo intervento. Certo per chi transitava in treno non era bello lo spettacolo delle canne prima, del residuo secco del taglio e ora delle tracce dell’incendio.

Ad ogni intervento, biennale o triennale della squadra di “tagliatori”, è stato chiesto loro di togliere anche il residuo delle canne tagliate. Ma la risposta è stata sempre la stessa: noi dobbiamo solo tagliare. E’ quello che avviene quando si tagliano le erbacce lungo le strade: restano lì a far da compagnia ai residui dell’ignoranza e della maleducazione di pedoni, motociclisti, ciclisti e automobilisti che gettano di tutto ai lati delle strade.

Altre zone frontali alla stazione ferroviaria, di cui “stazionano” da tempo i lavori della sistemazione dei binari e del sottopassaggio, avrebbero bisogno di intervento per alberi pericolosi e per risanare gli spazi erbosi da cui ogni tanto giungono sui piazzali del condominio rettili e altri animali amanti delle zone erbose e maltenute.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*