Unipegaso

Ponte San Giovanni, ex Area De Megni, una vera e propria foresta

Chi dovrebbe dare un'occhiata anche alla gigantesca gru, incustodita e lasciata libera di girare a seconda del vento?

Ponte San Giovanni, ex Area De Megni, una vera e propria foresta

da Gino Goti
PONTE SAN GIOVANNI – Un iceberg si manifesta per quanto emerge dalla superficie del mare: e questo è il frontale del “Palazzone-ex area De Megni”, visto da via Adriatica: un vero e proprio assalto di piante ed erbacce pronte a divorare la costruzione. Ma sul retro, all’interno dell’area dove sarebbe previsto un altro palazzo, c’è una vera e propria foresta tropicale: le piante, dal livello base della costruzione – due piani sotto il piano stradale, arrivano a lambire il primo e secondo piano della costruzione.

Si sono prodotte su un terreno ricco di umidità, una vera e propria palude con la fauna conseguente (meno gli alligatori e i coccodrilli) che costituisce un habitat favorevole alla ulteriore crescita degli alberi e degli animali: zanzare, mosche, topi, rane, ramarri, lucertole. Chi dovrebbe dare un’occhiata anche alla gigantesca gru, incustodita e lasciata libera di girare a seconda del vento (per ragioni di sicurezza, si dice)?

Gli abitanti e chi transita in via Manzoni e in via Adriatica sono preoccupati, quelli che sono a conoscenza di questa situazione, e inconsapevoli chi transita sporadicamente sulle due arterie fondamentali per Ponte San Giovanni.

La foto che illustra la base dell’”iceberg”, una vera e propria foresta, è stata inviata alla Pro Ponte da un cittadino attento e preoccupato di questa e di altre situazioni che rendono poco piacevole l’aspetto del paese: una via di accesso alla città che dovrebbe essere adeguatamente curata.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*