Omicidio Polizzi, al via il secondo grado del processo ai Menenti

Nei ricorsi citato il processo Meredith e la "pericolossisima deficienza delle indagini preliminari"

Omicidio Polizzi, al via il secondo grado del processo ai Menenti

Omicidio Polizzi, al via il secondo grado del processo ai Menenti

Quando il processo Meredith diventa un precedente. E’ citata proprio la “pericolosissima deficienza delle indagini preliminari”, riscontrata nel processo sull’omicidio della studentessa inglese, nei ricorsi per il secondo grado del procedimento a carico di Riccardo e Valerio Menenti, condannati per l’omicidio di Alessandro Polizzi e il tentato omicidio della fidanzata, Julia Tosti. Su di loro già una condanna all’ergastolo e una a 27 anni.

I fatti avvennero il 26 marzo 2013 e nelle 215 pagine di motivazioni della sentenza, il giudice Nicla Flavia Restivo ricorda come il movente sia attribuibile alla “reazione vendicativa dei Mementi alle tre precedenti aggressioni subìte da Valerio”. Una situazione che troverebbe conferma anche da quanto riferito da alcuni testimoni, come un amico di Valerio che ha detto come, in presenza sua e di Riccardo, avrebbe detto che aveva intenzione di fargliela pagare.

Menenti

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*