Polizia rimpatria lo spacciatore tunisino arrestato al minimetro

Centro Espulsione a Perugia? Un idea anacronistica e populista

Nel pomeriggio del tre marzo nel corso di uno specifico servizio antidroga i poliziotti della Squadra Mobile hanno arrestato, dopo una disperata ed inutile fuga, uno spacciatore tunisino, trovato in possesso di circa 30 grammi di “eroina”, ancora da suddividere in dosi, e 320 Euro in contanti.

Ieri, K. H., trentunenne, è stato scarcerato per revoca della custodia cautelare in carcere e la sostituzione con quella del divieto di dimora in Umbria.

Visto il suo lungo curriculum criminale l’Ufficio Immigrazione ha disposto la sua Espulsione e, rilevata la impossibilità a condurlo immediatamente alla frontiera, è stato temporaneamente tresferito ad un C.I.E. della Sicilia.

Dopo molte ore di viaggio e una scorta di mille chilometri, tre poliziotti lo hanno quindi consegnato ai colleghi siciliani che provvederanno al suo rimpatrio.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*