Polizia rimpatria un clandestino e denuncia  uno spacciatore a Città di Castello

CITTA’ DI CASTELLO – Numerosi sono stai nel decorso fine settimana gli interventi ed i controlli svolti dagli Agenti della Squadra Volante – Ufficio Prevenzione Generale del Commissariato, mirati ad infrenare i reati contro il patrimonio, lo spaccio di sostanze stupefacenti e l’immigrazione clandestina. A seguito dei predetti controlli, un cittadino marocchino, H.A. di anni 32, residente a Città di Castello, trovato in possesso di circa 4 gr. di hashish, 2 di marijuana e 260 euro in contanti, provento dell’attività di spaccio, è stato denunciato in stato di libertà alla competente A.G., per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Gli agenti dell’Ufficio Immigrazione del Commissariato e della Questura di Perugia, hanno rintracciato e dato luogo al rimpatrio di un cittadino marocchino, T.H. di anni 52 dimorante a Città di Castello.

L’immigrato arrivato in Italia nel 1992, dopo la recente sanatoria, non essendo più in possesso dei requisiti richiesti, non aveva rinnovato il permesso di soggiorno; senza fissa dimora e privo di occupazione lavorativa, con alle spalle alcuni precedenti penali per reati contro il patrimonio e lo spaccio, aveva trovato dimora temporanea in Città di Castello da alcuni amici.

Rintracciato dagli Uffici sopracitati, è stato accompagnato presso l’aeroporto di Fiumicino e rimpatriato.

 

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*