Primi d'Italia

Polizia provinciale blocca due pescatori di frodo e un cavatore di tartufi

Pensavano di aggirare la legge andando a pesca sul Tevere

Polizia provinciale

Pensavano di aggirare la legge andando a pesca sul Tevere con attrezzi e mezzi vietati in piena notte. Due stranieri, alle 4 del mattino muniti di canne con esca multipla, lampade ed altro materiale proibito sono stati individuati e fermati dalla Polizia provinciale operativa nell’area del Tuderte. Nei loro confronti è stato elevato un verbale per pesca di frodo e il materiale è stato sequestrato.

Polizia provinciale

Sempre nell’area intorno a Todi la Polizia provinciale ha fermato un cavatore di tartufi che con il suo cane stava nottetempo estraendo dal terreno il prezioso tubero violando la legge che consente tale attività da un’ora prima dell’alba a un’ora dopo il tramonto. Al cavatore abusivo è stata elevata la relativa multa. Ancora una volta quindi i servizi notturni della Polizia provinciale si sono rivelati efficaci nel contrasto ad ogni forma di abusivismo che proprio con la complicità delle tenebre viene spesso praticato nelle aree boschive e nei corsi d’acqua del territorio provinciale.

 

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*