Polizia passa al setaccio Fontivegge, immigrazione, prostituzione e spaccio

ecuadoregna espulsa 6 APPARTAMENTI E DECINE DI PERSONE CONTROLLATE

Polizia passa al setaccio Fontivegge, immigrazione, prostituzione e spaccio

Polizia passa al setaccio Fontivegge, immigrazione, prostituzione spaccio

PERUGIA – Due giorni di controlli hanno visto gli equipaggi delle Volanti, della Squadra Mobile, del Reparto Prevenzione Crimine impegnati in attività di controlli straordinari del territorio disposti dal Questore di Perugia Francesco Messina, con l’obiettivo di contrasto all’immigrazione clandestina, al fenomeno della prostituzione nonché alle attività di spaccio.

Ancora una volta ad essere nel centro del mirino sono stati gli appartamenti di via del Macello e via Bellocchio, con 6 appartamenti controllati e l’identificazione di 30 persone.

All’interno di un’abitazione gli agenti hanno trovato 5 donne di colore, due delle quali prive di documenti. Accompagnate in Questura ed identificate come nigeriane del ’92 con pregiudizi per violazione delle norme in materia di immigrazione, dagli accertamenti sono risultate entrambe richiedenti protezione internazionale.

Accompagnato in Questura anche un cittadino tunisino privo di documenti. Sottoposto ai rilievi fotodattiloscopici e compiutamente identificato, è risultato privo di pregiudizi ma irregolare sul territorio nazionale: preso in carico dall’Ufficio Immigrazione, sono in corso gli accertamenti finalizzati all’espulsione.

Una 32enne cittadina dell’Ecuador è stata colpita da provvedimento di espulsione. La donna, con pregiudizi per reati contro il patrimonio, rissa, resistenza e possesso di arnesi atti allo scasso, era stata arrestata nel 2010 per furto aggravato e condannata alla pena di mesi 5 di reclusione. Nella giornata di ieri è stata tradotta in un C.I.E. del centro Italia in attesa dell’imminente rimpatrio.

Nel corso dei tre posti di controllo effettuati sono stati fermati 16 veicoli ed elevate 9 sanzioni per violazioni al codice della strada. Due veicoli sono stati sottoposti a sequestro amministrativo poiché trovati privi di copertura assicurativa.


Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*