Polizia locale: Fp-Cgil, orgogliosi del nuovo regolamento regionale

In data 22/07/2014 il Comitato Tecnico consultivo della Polizia Locale della Regione dell’Umbria (L.R. 01/2005) ha licenziato con voto unanime il nuovo regolamento regionale relativo alle divise, ai mezzi di servizio e ai gradi della Polizia Locale, sostituendo, dopo 24 anni gli allegati della L.R. 34/1990, già abrogata.

Finalmente dopo circa due anni di lavoro e confronto la Regione Umbria si dotata di uno strumento normativo innovativo a favore degli operatori della Polizia Locale e a favore delle amministrazioni comunali e provinciali, al fine di garantire una “identità unica” degli appartenti alla Polizia Locale, su tutto il territorio regionale.

Le principali richieste della FP CGIL – Polizia Locale, come il colore blu delle divise estive ed invernali, il tesserino identificativo su modello unico recante lo stemma regionale, l’adozione del colore bianco dei mezzi di servizio e l’adeguamento dei gradi alla luce delle modifiche contrattuali nazionali, per la Polizia Municipale e Provinciale (Polizia Locale), rappresentano struttura portante del lavoro svolto all’interno del Comitato tecnico consultivo, con un’attenzione particolare anche all’attivita svolta in materia dalle altre regioni italiane.

Ora, dopo il passaggio in I Commissione, il testo del regolamento approderà in Consiglio Regionale, per la sua definitiva approvazione e pubblicazione, che auspichiamo in tempi brevi.

La FP CGIL Polizia Locale, proprio facendo seguito a quanto sottoscritto nel documento “Agenda della Polizia Locale dell’Umbria”, e consegnato all’assessore regionale alcuni anni fa, oggi ė davvero orgogliosa del risultato ottenuto, perché come ad allora riteniamo che la creazione di una unica identità regionale della figura professionale dell’operatore di Polizia Locale, sia la sola strada percorribile per il miglioramento del servizio dato al cittadino dalla Polizia Locale regionale, nonché per la crescita professionale di tale figura.

Un ringraziamento doveroso deve essere rivolto a tutte le colleghe e i colleghi che in questo periodo hanno contribuito al raggiungimento di tale risultato, mediante un confronto leale, diretto e sempre teso al miglioramento delle condizioni lavorative di tutti gli agenti, sottufficiali ed ufficiali della Polizia Municipale e Provinciale.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*