Polizia denuncia un tunisino per ricettazione

Polizia
Polizia
Polizia
CITTA’ DI CASTELLO – Nel decorso fine settimana è stata svolta un’intensa attività di controllo nei confronti di soggetti sottoposti a misure restrittive quali arresti domiciliari e sorveglianza speciale.

Le verifiche riguardanti il rispetto della vigente normativa e degli obblighi imposti dalla legge, hanno interessato una ventina di soggetti e tutto il territorio di competenza del Commissariato.

Due nordafricani rispettivamente di 28 e 37 anni posti agli arresti domiciliari, residenti a Città di Castello, sono stati trovati in compagnia di altri connazionali, violando le prescrizioni imposte. Per tale ingiustificato motivo, sono stati deferiti alla competente A.G., chiedendo la revoca del beneficio ottenuto.

Un cittadino italiano, di origine campana, dimorante in Umbertide, sottoposto agli obblighi della sorveglianza speciale, in conseguenza della quale avrebbe dovuto rincasare entro le ore 22.00, è stato trovato all’interno di un locale pubblico. Riaccompagnato presso il proprio domicilio, è stato anch’egli denunciato alla A.G. per la menzionata violazione.

Gli agenti della Squadra Volante – Ufficio Prevenzione Generale, hanno denunciato a piede libero alla competente Autorità competente, un cittadino tunisino T.H. di anni 54, per non aver ottemperato all’obbligo di lasciare il territorio nazionale entro 30 giorni.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*