Polemica giornalisti direttore Giornale dell’Umbria, scrive Enzo Iacopino

Giornale dell'Umbria, Ordine dei Giornalisti condanna comportamento assurdo
ENZO IACOPINO

Polemica giornalisti direttore Giornale dell’Umbria, scrive Enzo Iacopino

RIEDUCHIAMO GLI EDITORI CON I METODI DELLO ZIO DENG

Tagliano gli organici, pagano pochi euro gli articoli, costringono a ritmi di lavoro forsennati senza concedere il tempo per riflettere e approfondire. E poi nei loro salotti inventano un nuovo gioco di società: la caccia all’errore. Li vedo, mentre tra una tartina al caviale e una coppa di Krug sghignazzano pensando ai loro conti in banca: quelli relativi alle molte loro attività che traggono beneficio dall’impegno nell’editoria, non quelli dichiarati per ottenere provvidenze varie o giustificare tagli a go-go. Bene hanno fatto i colleghi dell’Umbria a reagire duramente.

“Il Consiglio Regionale dell’Ordine dei Giornalisti valuta come altamente lesiva della dignità degli operatori dell’informazione l’iniziativa varata dal Giornale dell’Umbria sotto il titolo “Caccia all’Errore”.

I lettori del quotidiano, infatti, in cambio di abbonamenti annuali all’edizione digitale, vengono invitati a segnalare errori o refusi presenti nelle pagine cartacee, quasi a far divenire l’eventuale sbaglio di un professionista una sorta di lotteria. Inutile ribadire come nel nostro lavoro l’errore sia inevitabilmente dietro l’angolo, tanto più in redazioni gravate da sempre maggiori impegni a fronte del costante calo di unità lavorative voluto da politiche editoriali a tratti incomprensibili. L’Ordine dei Giornalisti dell’Umbria invita, dunque, l’editore del Giornale dell’Umbria a non proseguire la pubblicazione di una rubrica offensiva per la classe giornalistica”. Gli errori, nei giornali e in tv, ci sono. E a volte non sono giustificabili con la fretta. Detesto le difese corporative. Ma ancor più la derisione di chi lavora. Vogliono insistere nel loro giochino da salotto? Beh facciamo l’elenco dei diritti che calpestano, con i loro nomi e cognomi. Sono qua, pronto ad ospitarlo. Proviamo a rieducarli con i metodi del vecchio zio Deng (non quelli estremi, sia chiaro).

Polemica giornalisti direttore

1 Commento su Polemica giornalisti direttore Giornale dell’Umbria, scrive Enzo Iacopino

  1. “una rubrica offensiva per la classe giornalistica, perché ricerca gli inevitabili refusi di battitura”?
    A me pare che sia questa una affermazione offensiva per la classe dei giornalisti perché presume non esista una ovvietà, ovvero che chi lavora inevitabilmente commette qualche errore. Ma ciò chi mi ha maggiormente colpito è che anche se gli errori ci fossero come è normale che ci siano, vi sia qualcuno che voglia nasconderli, come se ci fosse di che vergognarsi.

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*