Unipegaso

Perugia, da un diverbio per futili motivi alle vie di fatto

Denunciato per lesioni e furto un cittadino nigeriano incensurato

Perugia, da un diverbio per futili motivi alle vie di fatto

Perugia, da un diverbio per futili motivi alle vie di fatto

PERUGIA – E’ accaduto poco dopo le nove di stamattina, allorché alla sala operativa della Questura è giunta la segnalazione di un’aggressione ai danni di un cittadino turco. All’arrivo della pattuglia del Posto di Polizia del centro Storico, i poliziotti hanno trovato l’aggredito che, ancora scosso, riferiva ai poliziotti di essere stato colpito al volto da un ragazzo nordafricano.

Lo straniero raccontava di essere il fratello del titolare di un bar del centro e che poco prima, mentre si trovava seduto ad un tavolino, veniva avvicinato da alcuni turisti che lamentavano di essere stati infastiditi da un ragazzo di colore.

Individuato il giovane nordafricano, il turco riferiva di avergli chiesto di allontanarsi ma, per tutta risposta, l’altro lo aveva colpito al volto con un pugno tentando poi di colpirlo nuovamente con un posacenere.

A seguito delle lesioni riportate, l’uomo si recava in Pronto soccorso dal quale veniva dimesso con sette giorni di prognosi. Il nordafricano aveva poi afferrato il telefono dell’aggredito che era appoggiato su un tavolo e si era allontanato. Messisi sulle tracce dell’aggressore, i poliziotti lo rintracciavano in P.za IV novembre. Fermato e perquisito, gli agenti trovavano in una delle tasche il telefono del turco. Alle domande dei poliziotti l’uomo forniva una versione differente, affermando di essere stato dapprima cacciato in malo modo dal turco nonostante si fosse semplicemente limitato a chiedere informazioni ad alcuni passanti.

Secondo il suo racconto, al suo rifiuto di andarsene il turco lo avrebbe colpito con un pugno procurandogli la lesione allo zigomo che mostrava agli agenti. Quanto al telefono riferiva di averlo preso per chiamare le Forze dell’Ordine dopo che, nella colluttazione, il suo era stato rotto. Preso il telefono, si era poi allontanato per chiamare la Polizia. Accompagnato in Questura ed identificato per un nigeriano dell’87 incensurato, l’uomo è stato denunciato per lesioni e furto.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*