PERUGIA, SGOMBERATI IN CENTRO STORICO DUE APPARTAMENTI

SGOMBERO POLIZIAProsegue anche d’estate la attività di “verifica” nel Centro Storico degli immobili in uso a soggetti dediti ai traffici illeciti. Le Volanti negli ultimi giorni nella zona di Piazza Grimana hanno sgomberato due appartamenti dagli occupanti abusivi grazie alle tempestive segnalazioni dei residenti . Già in settimana, in via del Fiore, i poliziotti intervenuti hanno sorpreso in un appartamento sfitto quattro tunisini, M. A. del 1990, K. N. del 1979, M. B. A. del 1986 e H. A. del 1988, tutti con precedenti per reati contro il patrimonio ed inerenti le sostanze stupefacenti.    I quattro, dopo essere stati condotti in Questura per gli accertamenti identificativi del caso, venivano tutti denunciati per invasione di edificio, avendo rotto la porta ed essendosi impossessati dell’appartamento all’insaputa del proprietario. Uno di essi H. A. è stato anche denunciato anche per resistenza, violenza e lesioni a pubblico ufficiale per essersi opposto con particolare veemenza al controllo di polizia.

Al termine degli adempimenti di rito, a carico dello stesso H. A. e del M. A. veniva irrogato un provvedimento di espulsione dal territorio nazionale. Ieri mattina invece, le Volanti hanno perlustrato un appartamento in via Tedesca, dove alcuni residenti segnalavano che nottetempo, approfittando del fine settimana,  alcuni stranieri avevano occupato un immobile; gli abusivi infatti, dopo aver divelto il portone di ingresso, avevano ostruito il varco incastrandovi una porta dall’interno.

Nell’appartamento venivano rintracciati due tunisini che, condotti in Questura, venivano generalizzati a seguito di riscontro AFIS con le esatte generalità di A. M., tunisino del 1986 e H. R. connazionale del 1981, entrambi noti per reati contro il patrimonio e droga.

Al termine degli accertamenti identificativi venivano denunciati anche loro per invasione di edificio e nei loro confronti venivano avviate le procedure per l’espulsione dal territorio nazionale.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*