PERUGIA – SCUOLE, STOP A FURTI E DEGRADO!

scuola5(UJ.com3.0) PERUGIA – Rocco Valentino e Leonardo Varasano intervengono con decisione sul tema dei furti e degli atti vandalici che hanno “colpito” alcune strutture scolastiche cittadine.
I due consiglieri del PdL invitano l’Amministrazione Comunale a rispondere a tali gravissimi fatti, ripristinando condizioni di contesto decorose nei pressi delle scuole interessate. Secondo i rappresentanti dell’opposizione, infatti, una parte di responsabilità per questi eventi va ascritta alle situazioni di degrado riscontrabili nei dintorni dei plessi scolastici. Di seguito il comunicato:
“Nei giorni scorsi si è assistito ad un gravissimo stillicidio di furti ed atti vandalici che ha interessato molte scuole perugine, medie ed elementari.
In poco tempo sono state prese ripetutamente di mira da parte di vandali e balordi la scuola media Pascoli di Via Cortonese (4 volte), la scuola elementare Lambruschini di Ferro di Cavallo, e la scuola di San Martino in Campo. Simili episodi sono particolarmente gravi perché colpiscono luoghi di formazione destinati a bambini ed adolescenti.
I furti, inoltre, s’inseriscono nel clima di profonda insicurezza che ormai da anni attanaglia Perugia. A questo clima e a questi episodi concorre anche l’Amministrazione comunale laddove l’incuria urbana genera le migliori condizioni di decadimento e disagio sociale: le scuole oggetto di furti sono circondate da evidente degrado: spesso nei dintorni si trovano siringhe e rifiuti di ogni tipo, mentre gli arredi urbani vengono continuamente imbrattati e vandalizzati. Senza che chi governa Perugia tuteli come necessario l’ambiente e l’igiene che circonda i luoghi d’istruzione.
Invitiamo pertanto l’Amministrazione a destinare maggiori attenzione e risorse alle scuole, alla pulizia e sicurezza dei loro dintorni. Servirebbero almeno le stesse attenzioni e risorse che il Comune di Perugia riserva ai suoi dirigenti, o ad altre scuole della città dove vengono destinate ingenti risorse; l’educazione, la sicurezza e la cultura devono invece essere garantiti a tutti i nostri figli, senza distinzione tra scuole di serie A e altre di serie B.
Questi atti vandalici devono essere fermati con decisione, ripristinando condizioni di contesto decorose e garantendo agli studenti un accesso e permanenza scolastica sicuri.
L’assessore competente ed il Sindaco diano risposte sollecite e risolutive al grido di allarme di genitori ed allievi”.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*