Perugia, sanzionato marocchino per aver aperto attività pubblica senza licenza

La sanzione amministrativa per apertura abusiva di pubblico esercizio di somministrazione di alimenti e bevande è 5000 euro

Perugia, sanzionato marocchino per aver aperto attività pubblica senza licenza

Perugia, sanzionato marocchino per aver aperto attività pubblica senza licenza PERUGIA – Hanno condotto ad ottimi risultati i controlli ai locali pubblici e circoli privati disposti nei giorni scorsi dal Questore di Perugia Francesco Messina. I poliziotti della Polizia Amministrativa, sociale e dell’immigrazione unitamente ad equipaggi del reparto Prevenzione Crimine hanno passato al setaccio i locali ed i circoli delle zone di Fontivegge, San Sisto zona industriale e Balanzano effettuando verifiche alla regolarità delle licenze e controlli sugli avventori.

Decine le persone controllate, in gran parte stranieri, numerosi con pregiudizi di polizia e per tre dei quali sono state avviate le procedure finalizzate all’espulsione. Sanzionato, invece, un marocchino di 33anni con pregiudizi di polizia e Presidente di un’associazione culturale di Balanzano.

Dai controlli effettuati, i poliziotti hanno rilevato, accanto a gravi irregolarità nella tenuta dei registri nominativi degli associati, anche la sussistenza di un’attività di somministrazione di bevande e alcoolici. Richiesto di esibire la prevista licenza per tale attività il marocchino dichiarava di esserne sprovvisto e di non averne mai fatto richiesta: inevitabile, a suo carico, la sanzione amministrativa per apertura abusiva di pubblico esercizio di somministrazione di alimenti e bevande: 5000€.

 

Print Friendly

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*