Perugia, salute, malori per il troppo mangiare

Alberto Sordi pastaPERUGIA – La buona tavola non sempre é un piacere, qualche volta può riservare qualche  sorpresa negativa. Nei due giorni di festa, il 118 regionale, ha registrato alcune chiamate da parte di ristoranti della provincia di Perugia per malori legati ad un pranzo abbondante. Nulla di particolarmente preoccupante, ma quando si attiva la richiesta di soccorso, occorre rispettare alcune procedure assistenziali. Escludendo i casi di malori che sono stati  risolti dal personale sanitario sul posto dell’intervento, due  i casi in cui si è reso necessario il trasporto in Ospedale.

Il giorno di Pasqua, un turista romano  di 65 anni ha avvertito un malessere in un agriturismo  nel comune di Città della Pieve,ma dopo qualche ora è stato dimesso al termine degli accertamenti negativi. Il secondo caso ha riguardato una donna di 50 anni, residente a Torciamo, che con i familiari aveva scelto un ristorante nel comune di Corciano, per il pranzo di Pasquetta La chiamata agli operatori del 118 è arrivata alle 15. a pranzo concluso.

Tenuto conto che il malore della paziente era aggravato  da una crisi ipertensiva, si è reso necessario il trasferimento al Pronto Soccorso del S.Maria della Misericordia dove, come riferisce una nota dell’Ufficio stampa dell’Azienda Ospedaliera di Perugia, la donna è stata sottoposta ad accertamenti cardiologici è, ed i medici ritengono sia necessario il ricovero.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*