Perugia, quale sarà il futuro dei servizi all’infanzia?

Qual è il futuro dei servizi all’infanzia del comune di Perugia? A chiederlo sono i precari degli asili nido comunali, Stanchi di aspettare risposte, vogliono essere ascoltati. Oggi si sono riuniti a Palazzo dei Priori. La protesta nasce principalmente da due motivi. In primo luogo – spiegano le insegnanti precarie – perché è da lungo tempo che vorrebbero essere ascoltate dal sindaco, e questo non avviene. E dall’altra parte ci sarebbe un concorso per la stabilizzazione dei precari che sarebbe rimasto fermo da un anno.

Ma preoccupazione molto più grande riguarda il non sapere cosa avverrà dei servizi educativi per l’infanzia. “La preoccupazione – proseguono gli insegnanti – non è che i nidi diventino privati, ma da una parte è quella di rimanere senza lavoro e non da ultimo che vengano svalutati e svenduti i servizi a scapito della qualità. Vorremmo mantenere i nidi pubblici e i dipendenti pubblici. E’ questo, in estrema sintesi, il fulcro della protesta”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*