Perugia, pattuglione in centro storico, Fontivegge e zona dei Ponti

Effetto Gugliotta, pattuglione dall'acropoli a Sant'Egidio
Controlli Polizia

Nelle ultime notti le pattuglie della Squadra Volanti e del Reparto Prevenzione Crimine hanno effettuato dei servizi straordinari di controllo del territorio, su disposizione del Questore Carmelo Gugliotta e sotto la direzione del Commissario Capo Adriano Felici.

Il bilancio complessivo dei servizi straordinari, che in questa occasione ha interessato il centro storico, la zona di Fontivegge e le aree di Ponte San Giovanni e di Ponte Felcino, è di 4 persone denunciate a piede libero, 57 soggetti identificati e 32 autoveicoli controllati.

Una prima denuncia è scattata nei confronti di un cittadino albanese incappato in un posto di controllo a Ponte San Giovanni mentre era a bordo di una Peugeot 206.

Il soggetto, un 33enne già noto alle forze dell’ordine, aveva occultato sotto il tappetino posteriore dell’automobile un grosso tubo di ferro, utilizzabile per colpire violentemente.
Non potendo giustificare la presenza di un simile oggetto all’interno del suo veicolo, l’albanese è stato denunciato dalla Polizia per possesso ingiustificato di oggetti ad offendere.
Identica contestazione nei confronti di un 40enne perugino, controllato dopo la mezzanotte nei pressi della stazione ferroviaria di Fontivegge.
L’uomo, già gravato da numerose denunce per reati in materia di stupefacenti, viaggiava a bordo di una Chevrolet Matiz.
Proprio perché già conosciuto dalla Polizia, gli uomini del Reparto Prevenzione Crimine hanno voluto verificare cosa portasse con sé.
In questo modo, è saltata fuori una mazza da baseball che il 40enne teneva sul sedile posteriore.
La mazza è stata sequestrata e il perugino è stato nuovamente denunciato.

Gli altri denunciati sono due tunisini – rispettivamente di 38 e di 28 anni – intercettati dalla Volante nella periferia perugina in quanto sospettati di furto.
I poliziotti erano stati allertati dalla chiamata di un residente, che poco prima li aveva visti fuggire a bordo di uno scooter dopo aver rubato all’interno di un garage.

L’immediato intervento degli agenti ha consentito di rintracciare i due ladri quando ancora non erano molto distanti ; la Volante ha così recuperato una scopa industriale, appena sottratta, che è stata prontamente restituita al legittimo proprietario.
Ma è emerso dell’altro.
E’ infatti risultato che anche lo scooter a bordo del quale viaggiavano i due tunisini era stato rubato nella giornata del 3 maggio.
La Polizia ha quindi denunciato entrambi i tunisini per furto e ricettazione.

A completare il quadro, il fatto che il conducente 28enne era sprovvisto di patente, mentre il 38enne non aveva eseguito un recente ordine di allontanamento dal territorio nazionale.

Pertanto, il primo si è beccato anche una denuncia per guida senza patente, mentre il secondo è stato deferito per inottemperanza all’ordine di lasciare l’Italia.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*