A Perugia l’operazione “Safety Car” della Polizia di Stato

A Perugia sono stati impegnate complessivamente 28 pattuglie delle Volanti, della Polizia Stradale e del Reparto Prevenzione Crimine

A Perugia l’operazione “Safety Car” della Polizia di Stato

A Perugia l’operazione “Safety Car” della Polizia di Stato. L’operazione “ Safety Car” ha messo in campo, per la prima volta, 1000 auto della  Polizia di Stato dotate delle più moderne tecnologie dedicate al controllo del territorio, tra le quali la lettura automatica delle targhe. E’ il sistema “Mercurio” – finanziato dalla Comunità Europea e dal Programma Operativo Nazionale Sicurezza nel Mezzogiorno –  che ha fatto in tre giorni più di un milione di controlli automatizzati. Con le telecamere in dotazione, gli equipaggi possono inquadrare una targa e, in tempo reale, ottenere una serie di dati. Mercurio è in grado di effettuare 50 controlli ogni ora ed è un sistema in continuo aggiornamento; il collegamento del flusso informativo tra le pattuglie e le banche dati è gestito e coordinato dal Servizio controllo del territorio.

L’operazione “Safety Car” ha così consentito una più incisiva azione sinergica di contrasto al fenomeno dei furti e delle rapine di autovetture e motocicli; una “pesca a strascico” che ha fatto una vera strage di ladri e rapinatori. L’operazione della Polizia di Stato,  coordinata dal Servizio Controllo del Territorio della Direzione Centrale Anticrimine, ha così coinvolto tutte le 103 Questure con il supporto dei Reparti Prevenzione Crimine e dal personale della Polizia Stradale. L’attacco massiccio al “settore” dei furti d’auto è nato nella fase di individuazione degli obiettivi con l’aiuto degli uffici investigativi delle Squadre Mobili e poi, nella fase esecutiva, con il concorso dei Gabinetti di Polizia Scientifica per la rilevazione delle impronte digitali o biologiche all’interno delle autovetture rinvenute.

In tutta Italia sono stati effettuati 16 arresti e 83 denunce; restituiti ai legittimi proprietari di ben 411 veicoli; i numeri dei controlli effettuati sono venticinque volte superiori ai normali controlli che quotidianamente vengono effettuati su tutto il territorio nazionale.

A Perugia sono stati impegnate complessivamente 28 pattuglie delle Volanti, della Polizia Stradale e del Reparto Prevenzione Crimine.

Effettuato un arresto: un 48enne perugino, incappato nei controlli, era destinatario di un ordine di esecuzione per espiare la sua pena residua: e’ stato associato al carcere di Capanne.

Sotto gli “occhi elettronici” di Mercurio sono stati controllati 7196 veicoli e sono state riscontrate le seguenti irregolarità: 7 vetture sono state fermate perché circolavano con la segnalazione di “targa rubata”. I proprietari non avevano revocato la denuncia dopo il ritrovamento: dovranno immediatamente provvedere. 35 veicoli sono stati sanzionati ai sensi del Codice della Strada perché i proprietari non avevano effettuato la revisione periodica: non potranno circolare sino a che non la effettueranno. 2 veicoli sono stati sanzionati e sequestrati perché in circolazione senza la copertura assicurativa. Elevate altre 21 sanzioni amministrative per violazioni al Codice della Strada. I Controlli hanno riguardato le aree urbane di Fontivegge, del Centro Storico, Ponte San Giovanni e la zona attorno l’Ospedale .

Per quanto riguarda la Provincia di Terni, i risultati conseguiti sono i seguenti:  6 persone denunciate in flagranza di reato, 4.032 automezzi controllati, 365 persone controllate, 73 pattuglie impiegate complessivamente

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*