Perugia, la polizia rimpatria “Marjus”

Polizia scorta in Costa d'Avorio pericoloso clandestino
Polizia scorta in Costa d'Avorio pericoloso clandestino

Nella zona di Corso Garibaldi tutti conoscevano “Marjus”, il ladro degli studenti.
Per anni il cittadino albanese ha vissuto in quel quartiere della città a bighellonare nei bar della zona; approfittando della sua corporatura esile e della sua bassa statura, ha più volte palesato la capacità di entrare negli appartamenti dell’acropoli per rubare, prendendo soprattutto di mira le case degli studenti stranieri che frequentavano i corsi in città.
Le forze di polizia per anni gli hanno dato la caccia fino a che, nel 2007, dopo molti arresti e denunce è stato rimpatriato.
Da qualche mese nei vicoli del centro è corsa la voce che era tornato.
E difatti in poco più di un mese è stato denunciato dalle forze di polizia, con altro passaporto e altre generalità concesse dalla Autorità Albanesi, in più occasioni: mentre occupava abusivamente un appartamento di Corso Garibaldi, mentre andava in giro con arnesi da scasso, e mentre utilizzava un cellulare rubato.
I poliziotti dell’Ufficio Immigrazione hanno quindi dovuto in tuta fretta pianificare la sua espulsione con accompagnamento alla Frontiera.
Appena pronto un posto aereo per lui è stato prelevato con la forza, espulso ed scortato a Fiumicino per il suo ritorno in Albania.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*