Perugia in serie B, il “Grifo” batte per uno a zero Frosinone

Perugia-in-serie-B-2014 (10)di Luana Pioppi
PERUGIA – Il Perugia vince per 1-0 contro il Frosinone e conquista la serie B. L’unica rete della partita è stata quella messa a segno da Marco Moscati (la quinta di questa stagione) al 18′ del primo tempo. Un gran destro che si è avvicinato al palo. Un grande gol per il numero sette biancorosso. Per il resto della partita, molto concitata, il Perugia ha saputo preservare il risultato sfoderando una buona difesa. Merito al Frosinone di non aver mollato mai la presa.
Commosso Andrea Camplone che a fine partita dichiara ai microfoni di Rai Sport 1: “E’ un’emozione incredibile: vincere da giocatore e vincere da allenatore”. Anche l’autore del gol, Marco Moscati, afferma: “Ritornare in serie B e riportare tutta questa gente allo stadio… è questo lo spettacolo che ci meritiamo e che si merita questa città”.
Tanta emozione ed entusiasmo allo stadio Renato Curi dove erano presenti circa 22mila tifosi per sostenere il Perugia  e sognare la serie B. Un’attesa durata nove anni e che ora è terminata.

Già dalla mattina si erano levati cori e striscioni che avevano “invaso” strade e vie del capoluogo di regione. Sulla festa avevano “vegliato” alcune centinaia tra poliziotti e carabinieri, insieme al battaglione Toscana dell’Arma e ai reparti mobili della polizia, che avevano attivato anche blocchi stradali quando sono arrivati 15 autobus con i tifosi del Frosinone. La Questura ha riferito che sia il prepartita sia gli immediati minuti che hanno seguito il fischio finale si sono svolti senza problemi o incidenti.

 

Formazioni ufficiali

PERUGIA (3-5-2): Koprivec, Comotto, Sini, Scognamiglio, Conti, Moscati, Filipe, Nicco, Franco, Mazzeo, Eusepi. A disp.: Stillo, Rossi, Vitofrancesco, Carcione, Fabinho, Sprocati, Henty. All.: Camplone.
FROSINONE (4-2-3-1): Zappino, Ciofani M., Russo, Biasi, Blanchard, Frara, Gucher; Gessa, Ciofani D., Paganini, Curiale. A disp.: Mangiapelo, Frabotta, Crivello, Carrus, Soddimo, Cesaretti, Viola. All.: Stellone

 

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*