PERUGIA GREEN DAYS, “VANNO IN SCENA LE ENERGIE PULITE”

GreenDays8499PERUGIA – Il centro storico diventa palcoscenico naturale di “Perugia green days”, una quattro giorni sulle energie pulite, fra convegni (in diretta streaming), visite guidate, eventi, attività, con impianti aperti, spettacoli itineranti, presentazione dei lavori degli studenti, con un “open day” sulle botteghe artigiane di Perugia, la domenica ecologica, l’incontro con il giornalista scientifico Maurizio Melis e tanto altro. Un focus a tutto campo sulle energie rinnovabili, una opportunità per informare di più e meglio il cittadino sulla green economy.

La quinta edizione di “Perugia green days”, in programma nel cuore della città, dal 20 al 23 marzo prossimi, con una anteprima domani, mercoledì 19 marzo, al Post (15.00-17.30), è stata presentata questa mattina nella Sala Rossa di Palazzo dei Priori, dal sindaco Wladimiro Boccali e dall’assessore Lorena Pesaresi (Politiche Energetiche e Ambientali). Sono intervenuti l’assessore regionale Silvano Rometti (Ambiente) e il presidente dell’associazione “Progettare il Futuro”, Francesco Pinelli. Nella sala anche i dirigenti del Comune e la presenza di una nutrita rappresentanza di associazioni e partner che hanno sostenuto il progetto.

Interamente incentrata sui sistemi innovativi delle energie rinnovabili, “unico strumento – è stato detto – capace di coniugare le aspettative di sviluppo economico e sociale con le esigenze di sostenibilità del territorio”, Perugia green days è organizzata dall’Assessorato alle Politiche Energetiche ed Ambientali del Comune di Perugia in collaborazione con l’Associazione “Progettare il Futuro” e il sostegno della Regione Umbria.
IL SINDACO BOCCALI: “Perugia si conferma città capoluogo anche per gli importanti risultati conseguiti in ambito ambientale ed energetico, come è stato più volte riconosciuto dalla stessa Regione Umbria.

Perugia è punto di riferimento per le altre città, portando l’Umbria ad attestarsi tra le prime regioni in Italia per raccolta differenziata e riduzione della produzione dei rifiuti”. Il sindaco ha parlato del “processo di maturità che i cittadini stanno acquisendo in materia di energie rinnovabili” e del “cambiamento culturale in atto”: “in cinque anni, abbiamo costruito una città green, in grado di competere a livello europeo. Abbiamo rinnovato e migliorato complessivamente la città, il suo territorio e ulteriori risultati saranno visibili e palesi nei prossimi anni”.

L’ASSESSORE PESARESI: ha annunciato l’apertura, dai primi di marzo, dello Sportello dell’Energia, a Palazzo Grossi, “un ulteriore strumento al servizio dei cittadini”. Quindi la sottolineatura del “cambio di passo” impresso a Perugia, “oggi, una città sostenibile caratterizzata dall’utilizzo delle nuove tecnologie e, contemporaneamente, dal consumo responsabile delle proprie risorse ambientali. Perugia è tra le prime eccellenze in Italia in campo ambientale ed energetico e prosegue il suo cammino verso la costruzione di una “Smart City”. Perugia è la seconda città capoluogo di regione, dopo Trento e Bolzano, ad aver raggiunto il 63% di raccolta differenziata dei rifiuti”.

L’assessore ha ripercorso le principali tappe e progettualità attuate nel quinquennio, dalla mobilità elettrica a quella dolce, gli interventi sul patrimonio edilizio e infrastrutturale del Comune che è interamente alimentato da energia pulita certificata da fonti rinnovabili. E ha fatto riferimento all’impianto di biogas del Consorzio Agea Energie di Sant’Egidio, che sarà visitabile sabato 22 marzo alle 15.00 con partenza in pulmann dal parcheggio Minimetrò di Pian di Massiano: “le agroenergie sono un fatto positivo da incentivare”. Infine, i costi: “con 25.000 euro di contributo regionale abbiamo organizzato un evento a carattere nazionale, senza intaccare in alcun modo il bilancio del Comune”.

L’ASSESSORE REGIONALE ROMETTI: nelle parole dell’assessore, il riconoscimento a Perugia per quanto ha fatto in ambito ambientale e per la sua capacità di essere da traino per le altre città della regione. Sulla manifestazione, ha espresso apprezzamento per una iniziativa che si è imposta sullo scenario nazionale. “Le risorse messe in campo fanno parte dell’asse energia della Regione, che riserva una quota parte proprio alla comunicazione e informazione ai cittadini. L’atteggiamento culturale è prioritario nella capacità di imprimere i cambiamenti necessari in tema ambientale. C’è una nuova concezione di sviluppo che sta creando anche una rinnovata economia. Con il settore dell’ambiente e dell’energia, in questa fase di profonda crisi economica, che registra crescita e fatturato”.

IL PRESIDENTE PINELLI: “Diffondere una cultura sana e corretta su queste tematiche è fondamentale nell’attuazione dei cambiamenti”. Sono seguiti alcuni interventi da parte dei rappresentanti delle associazioni e dei partner partecipanti.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*