Perugia, Caso Bianzino, pena ridotta di 6 mesi

tribunale legge uguale per tuttiPERUGIA – La pena è stata ridotta diciotto a dodici mesi di reclusione, rispetto a quanto era stato stabilito dalla corte di primo grado. Gianluca Cantoro, l’agente della polizia penitenziaria, a processo per la morte di Aldo Bianzino, morto nel carcere di Perugia a ottobre del 2007, era accusato di omissione di soccorso e omissione d’atti d’ufficio.

La corte d’Appello ha, dunque riquantificato la pena, come richiesto dalla difesa dell’imputato, gli avvocati Silvia Egidi e Daniela Paccoi, riducendola di 6 mesi. Il sostituto procuratore generale Giuliano Mignini, prima che la corte si ritirasse in camera di consiglio, aveva chiesto la conferma della condanna a 18 mesi così come stabilito dal primo grado.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*