Perugia, arrestato spacciatore tunisino

consumo-droga_original-2(umbriajournal.com) PERUGIA – Ennesimo duro colpo inferto dai Carabinieri di Perugia agli ambienti della malavita collegati al mondo della droga.
I militari dell’Aliquota Operativa del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia, nella serata di ieri, 15 luglio 2013, al termine di prolungato servizio di osservazione, controllo e pedinamento, hanno tratto in arresto, in flagranza di reato, H.C., 36enne cittadino tunisino, domiciliato a Perugia, regolare, già noto alle forze dell’ordine ed alle cronache giudiziarie, responsabile del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.
Infatti, grazie anche alla fattiva collaborazione di alcuni residenti che rafforzando il proprio senso civico hanno dato in tal senso un fondamentale apporto per la causa, H. C. veniva sorpreso dai militari operanti in Via della Consolazione mentre cedeva due involucri in cellophane termosaldati, del peso complessivo di grammi 4 (quattro) di eroina e cocaina, sequestrati, ad un 31enne spoletino, celibe, operaio, che nell’occasione veniva segnalato alla locale Prefettura quale assuntore di sostanze di sostanze stupefacenti, facendo quindi rientro all’interno di un palazzo posizionato nei pressi dove di fatto era collocata l’unità abitativa nella sua disponibilità. Localizzato l’appartamento, avuta la certezza della presenza in loco del soggetto attenzionato, con uno stratagemma (fingendosi turisti inglesi in cerca di amici connazionali abitanti nello stesso palazzo che li stavano aspettando, presso i quali trascorrere la notte), i nostri carabinieri, dopo aver bussato alla porta dei vani domestici in uso all’uomo, parlando l’inglese riuscivano a farsi aprire la porta da costui e ad irrompere in casa, palesando la loro vera identità. A seguito della conseguente perquisizione domiciliare, H. C. veniva inoltre trovato in possesso di un telefono cellulare e della somma complessiva di 205/00 euro, sequestrati poiché ritenuti provento dell’attività illecita, unitamente a numeroso materiale da taglio e confezionamento utilizzato per suddividere in dosi ed impacchettare la droga destinata alla vendita.
L’arrestato, al termine delle formalità di rito, è stato trattenuto presso le camere di sicurezza di questo comando, in attesa della celebrazione del rito direttissimo disposto dalla magistratura.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*