Perugia, arrestato scippatore delle catenine

catenine(umbriajournal.com) PERUGIA – La seconda sezione della Squadra mobile della Questura di Perugia ha arrestato lo scippatore delle catenine. Si tratta Khalil Trabelsi magrebino del ’94. Al giovane nordafricano i poliziotti contestano almeno cinque tra furti e rapine, tutte ai danni di donne sole e ultrasettantenni. Il primo attacco il magrebino lo avrebbe sferrato mercoledì 26 giugno in via Bonazzi a Perugia, il secondo alle 11,30 di due giorni dopo in piazzale Europa nei pressi della sede della Ausl Umbria 1. Terzo e quarto attacco a Ferro di Cavallo nei pressi della chiesa alle 11,15 e alle 11,30 e l’ultimo, sempre a piazzale Europa, alle 16,30 lunedì scorso. Vittime, come detto, donne anziane e sole, oggetti prioritari catenine. Gioielli che per le poverette magari rappresentano un ricordo di una persona cara che non c’è più o regali importanti dai quali mai separarsi. Allo scippatore che, per fortuna, non hai mai fatto male alle sue anziane vittime, i poliziotti sono arrivati grazie ad una denuncia, a testimonianze e, come si vede nelle nostre immagini, grazie ai video delle telecamere che sono collocate in città e nei locali.

[wzslider autoplay=”true” info=”true” lightbox=”true”]

Determinante per il buon esito delle indagini è stata anche la collaborazione dei titolari del negozi “Compro oro” di via dei Filosofi e di via Palermo, dove il giovane tunisino si era recato per vendere le catenine. Il giovane è stato intercettato in piazza del Bacio, mentre si trovava in compagnia di un suo connazionale, tal Sami Klai. Al primo i poliziotti hanno trovato addosso dell’oppio e al secondo 230 euro probabile provento di spaccio. Da lì i successivi accertamenti e riscontri che hanno portato Khalil Trabelsi in carcere a Capanne.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*