Pattuglione Fontivegge, maghrebino aggredisce poliziotto, arrestato

Gang delle discoteche, polizia contesta altri reati a indagati

Pattuglione Fontivegge, maghrebino aggredisce poliziotto, arrestato

Ieri pomeriggio gli uomini della Squadra Volante, diretta dal Commissario Capo Adriano Felici, e quelli del Reparto Prevenzione Crimine, agli ordini del Vice Questore Aggiunto Michele Santoro, hanno effettuato dei controlli straordinari nel quartiere di Fontivegge, con lo specifico obiettivo di contrastare i fenomeni dello spaccio e del consumo di sostanze stupefacenti.

Durante il servizio, un equipaggio che transitava in Via Canali si è imbattuto in un nordafricano, il quale, appena ha visto la Polizia, se l’è data a gambe. Immediatamente un agente lo ha inseguito, bloccandolo dopo qualche decina di metri.

A questo punto, però, il maghrebino – successivamente identificato per un tunisino classe 1986 – ha aggredito il poliziotto prendendolo più volte a gomitate sul costato e procurandogli alcune contusioni giudicate guaribili in 5 giorni.

L’uomo non l’ha comunque fatta franca, in quanto, benché fosse riuscito a liberarsi dalla presa del primo agente, subito altri due poliziotti si sono avventati su di lui, riuscendo finalmente ad ammanettarlo e ad immobilizzarlo.

Effetto Gugliotta

Una volta perquisito, si è compreso il perché egli avesse cercato ad ogni costo di sfuggire ai controlli della Polizia; infatti, in una tasca dei suoi jeans erano occultati tre involucri termosaldati, dei quali uno conteneva 5,5 grammi di eroina e gli altri due 1,5 grammi di cocaina.

Ad ulteriore testimonianza del fatto che si trattava di un pusher in azione, il fatto che il tunisino avesse con sé una somma di quasi 200 euro – per lo più ripartiti in banconote di piccolo taglio – che ragionevolmente costituisce provento dell’attività di spaccio.

Pertanto, droga e denaro sono stati sequestrati e il 29enne – già gravato da alcuni precedenti in materia di stupefacenti – è stato condotto in Questura. Qui la Polizia lo ha arrestato per detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio, resistenza, violenza e lesioni a P.U. Stamane il tunisino verrà processato per direttissima.

Pattuglione Fontivegge

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*