Parcheggiatori abusivi e venditori irregolari al mercato di Pian Di Massiano a Perugia

LA DENUNCIA DELLA LEGA NORD E L’INTERVENTO DELLA POLIZIA

Parcheggiatori abusivi e venditori irregolari al mercato di Pian Di Massiano a Perugia

Parcheggiatori abusivi e venditori irregolari al mercato di Pian Di Massiano a Perugia  PERUGIA – La Lega Nord segnala la presenza di parcheggiatori e venditori abusivi, la Polizia interviene, blocca i malfattori e sequestra il materiale. E’ quello che è accaduto questa mattina al mercato di Pian di Massiano a Perugia, dove, grazie alle denunce sul posto del senatore Lega Nord, Stefano Candiani, del commissario Lega Nord Perugia, Riccardo Augusto Marchetti e degli attivisti del partito, le forze dell’ordine sono intervenute per debellare un fenomeno di illegalità, perpetrato da immigrati, che si ripete ormai da troppo tempo.

“Abbiamo documentato e denunciato a quali livelli arrivi l’abusivismo al mercato di Perugia – dichiarano Candiani e Marchetti – iniziando dai parcheggiatori abusivi: immigrati che chiedono soldi e minacciano di rigarti la macchina se non gli viene dato quanto richiesto. Poi abbiamo segnalato la presenza dei venditori irregolari, anche in questo caso immigrati, che agiscono a neanche un metro di distanza dagli ambulanti regolari i quali, al contrario degli abusivi, pagano le tasse, tra cui quella di occupazione del suolo pubblico.

In seguito alle nostre denunce – proseguono gli esponenti del carroccio – abbiamo constatato, con grande soddisfazione, l’intervento della Digos che ha bloccato gli irregolari e sequestrato la merce contraffatta. Questo è un esempio di quello che vogliamo fare sul territorio: intervenire dove i cittadini ci fanno presente un problema e tentare di trovare una soluzione.

Ciò che accade a Pian di Massiano avviene in tutta Italia, ma pensiamo che attraverso una politica di controllo del territorio si possano ripristinare quelle condizioni di legalità oggi messe in discussione dalla presenza incontrollata di immigrati.

Viviamo in un paese in cui il Governo tollera l’abusivismo e lascia le amministrazioni locali da sole e le forze dell’ordine con pochi mezzi per lavorare – concludono Candiani e Marchetti – Offriamo al comune di Perugia la nostra collaborazione, perché insieme si può ripulire la città da tutto questo. Ciascuno deve fare la sua parte. Il Comune deve fare la propria, noi faremo la nostra”.

Print Friendly

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*