Ordinanza antiprostituzione, cinque violazioni contestate

Prostituzione

In data 3 luglio, nel turno 20-02, personale della Polizia Municipale di Perugia, composto da un ufficiale e due agenti, ha effettuato un servizio volto a verificare il rispetto dell’Ordinanza sindacale n.411 del 22.04.2015 in materia di prostituzione su strada.
Sono state contestate 5 violazioni da euro 450,00 di cui 1 in Via Barteri,1 in Via Settevalli, 1 in Viale Conti e 3 in Via Trasimeno Ovest. I trasgressori sono risultati residenti fuori comune e le persone dedite al meretricio di nazionalità rumena.

1 Commento su Ordinanza antiprostituzione, cinque violazioni contestate

  1. Affermo che le Ordinanze Sindacali ed i Regolamenti di Polizia Urbana devono essere conformi ai principi generali dell’Ordinamento, secondo i quali la prostituzione su strada non può essere vietata in maniera vasta ed indeterminata. Di conseguenza, i relativi verbali di contravvenzione possono essere impugnati in un ricorso. In più per le medesime ragioni, i primi provvedimenti suddetti non possono essere emessi per problematiche permanenti ed i secondi non possono riguardare materie di sicurezza e/o ordine pubblico.

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*