Omicidio Raggi, Amine Aassoul condannato a 30 anni di reclusione

Omicidio Raggi, Amine Aassoul condannato a 30 anni di reclusione
Trent’anni di reclusione con l’accusa di omicidio volontario nei confronti di Amine Aassoul, il marocchino di 29 anni accusato di avere ucciso nel marzo scorso, a Terni, David Raggi, colpito con un vetro alla gola fuori da un locale. E’ questa la condanna inflitta dal pubblico ministero. La sentenza del giudice è arrivata poco dopo le 15.

La richiesta condanna era stata chiesta nel corso del processo con rito abbreviato davanti al gup Simona Tordelli ora in camera di consiglio per la sentenza che dovrebbe arrivare nel tardo pomeriggio. Proprio la scelta del rito che prevede uno sconto di pena pari a un terzo ha fatto automaticamente scendere a 30 anni dall’ergastolo la condanna chiesta dal pm. Il giudice ha ammesso le richieste di costituzione come parte civile dei familiari del giovane, il fratello e i genitori e del Comune.

Flickr Album Gallery Powered By: Weblizar

“Sosteniamo la tesi della procura” ha spiegato al termine dell’udienza l’avvocato Massimo Proietti, legale della famiglia. “Abbiamo chiesto – ha aggiunto – un risarcimento simbolico. Il nostro obiettivo è solo di avere giustizia ed evitare qualifiche giuridiche che possano mettere in discussione quanto emerso
finora. Aziz è realmente pericoloso”. Il legale dell’imputato, l’avvocato Giorgio Panebianco, ha sostenuto invece la tesi dell’omicidio preterintenzionale, in
quanto – secondo la sua versione – il delitto sarebbe avvenuto accidentalmente.

“Mi dispiace, chiedo scusa per quello che ho fatto ma non ricordo nulla” avrebbe detto l’imputato – in base a quanto si apprende – rilasciando dichiarazioni spontanee in aula. La sentenza è attesa per le 15.

Il processo con rito abbreviato nei confronti di Amine Aassoul è iniziato stamani a Terni davanti al gip Simona Tordelli. In aula presenti in tanti, i famigliari e amici della vittima. Momenti di tensione si sono verificati all’arrivo dell’imputato. Alcune persone – da quanto appreso – hanno cercato di raggiungere la camionetta della polizia penitenziaria con il quale è stato trasportato Aassoul, urlandogli contro. La situazione è tornata alla normalità dopo che Diego, il fratello di David, ha invitato tutti a mantenere la calma.

Omicidio Raggi

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*