Nera Montoro, muore a 24 anni sul posto di lavoro

Muore sul lavoro a soli 24 anni. L’incidente è avvenuto nella tarda mattinata di mercoledì 27 maggio in uno stabilimento di Nera Montoro. Jacopo Fioramonti è la vittima. Il giovane sarebbe rimasto vittima del movimento di un mezzo meccanico all’interno dell’azienda, condotta da un altro operaio dipendente 29enne narnese.

La dinamica è ancora al vaglio dei carabinieri. L’operaio è morto sul colpo. Da quanto appreso il giovane insieme a un collega stava movimentando dei rifiuti per conferirli dentro a un trituratore quando è stato investito dalla motopala. Sul posto carabinieri, vigili del fuoco e 118 e il pm Camilla Coraggio che ha disposto l’esame autoptico della salma trasferita presso l’ospedale di Terni. Il mezzo coinvolto nell’incidente e’ stato sequestrato.

I cordogli:
Il presidente di GreenAsm S.r.l., Joint Venture paritetica costituita da TerniEnergia S.p.A. e ASM Terni S.p.A., ing. Stefano Tirinzi esprime sgomento per il decesso sul lavoro di Jacopo Fioramonti, stimato e apprezzato collaboratore dell’azienda. “In questo momento doloroso – afferma il presidente Tirinzi – vorrei abbracciare l’amata mamma di Jacopo, la sorella e la sua fidanzata Francesca, che pur non conoscendo personalmente, sono le vittime più toccate da un assurdo incidente sul lavoro. Sono vicino anche a tutti i colleghi di Jacopo, che in silenzio, ma con orgoglio servono l’azienda con umiltà e spirito di abnegazione”.

Le Camere del Lavoro di Terni e Perugia e la CGIL dell’Umbria esprimono profondo dolore per l’ennesimo incidente mortale avvenuto nella Società GREEN – ASM di Nera Montoro, incidente che ha coinvolto un giovane lavoratore interinale dell’età di 24 anni. La CGIL è vicina alla famiglia colpita da questo tragico evento. In assenza di notizie precise rispetto all’incidente mortale avvenuto, evidenziamo però quanto temi come la sicurezza nel lavoro siano fondamentali per impedire il ripetersi di eventi così tragici. Il lavoro e la vita dei lavoratori non sono merce e vanno tutelati in tutte le loro forme.

Il sindaco, la giunta e il consiglio comunale di Narni esprimono profondo dolore e costernazione per quanto accaduto oggi a Nera Montoro dove un giovane di 24 anni è deceduto a seguito di un incidente sul lavoro. Solidarietà e vicinanza vengono espresse inoltre alla famiglia del ragazzo così prematuramente e ingiustamente strappato alla vita nel fiore degli anni. Episodi come quello accaduto oggi, secondo il Comune, devono indurre tutti a non fermarsi nell’impegno assiduo e concreto per eliminare uno dei più gravi problemi del mondo del lavoro che purtroppo, non solo in Umbria, continua a persistere. L’amministrazione comunale darà tutto il suo apporto sia alla famiglia, sia, come ha sempre fatto, alle altre istituzioni territoriali e regionali per far sì che il lavoro sia sempre più un momento di crescita e affermazione della persona e non un pericolo.

Profondo cordoglio e sconcerto è espresso in una nota dall’amministrazione e dal Consiglio provinciale di Terni per l’incidente sul lavoro avvenuto stamattina in un sito produttivo a Nera Montoro (Narni). Nella nota il presidente e i consiglieri esprimono anche condoglianze e vicinanza alla famiglia del giovane operaio deceduto nell’incidente e sottolineano la necessità di proseguire nell’impegno contro la piaga delle morti sul lavoro. Quello che è successo oggi a Narni, secondo la Provincia, deve indurre ancora una volta ad una profonda riflessione. Non è purtroppo l’unico caso in Umbria e anche se sono stati fatti passi in avanti, non bisogna mai abbassare la guardia su un problema che è anche una questione di civiltà e di crescita collettiva.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*